Per le Depenalizzazioni Panda e Penguin Serve Pazienza

8 settembre 2014: Google, tramite John Mueller, ha confermato qualcosa che comunque già si sapeva: se un sito viene penalizzato dall’algoritmo Penguin è necessario attendere un nuovo refresh del programma perchè il sito venga depenalizzato.

Penguin è un algoritmo che colpisce i link spammosi. Quindi dopo aver attuato le contromosse necessarie a pulire il nostro profilo di link bisogna attendere che l’algoritmo venga fatto nuovamente girare da Google.

Questo algoritmo tuttavia, contrariamente a Panda (che viene aggiornato ogni mese), non ha scadenze precise, ed è quindi possibile che passino diversi mesi senza che sia possibile uscire dalla penalizzazione, nonostante abbiamo adottato già tutte le contromisure necessarie. Tra l’altro è bene ricordare come gli effetti non sono sempre immediati: dopo che Penguin o un altro specifico algoritmo viene lanciato può passare un po’ di tempo prima che il sito venga depenalizzato.

Altro punto che Mueller sottolinea è che un sito web non è mai influenzato solo da un singolo algoritmo. Google usa oltre 200 fattori di ranking.

Per questo può capitare che, se il tuo sito è penalizzato da uno specifico algoritmo, e tu risolvi il problema rendendo il sito fantastico, vedrai miglioramenti già prima del refresh dell’algoritmo in questione, in quanto gli altri fattori di ranking ti premieranno. Quando l’algoritmo che ti penalizzava sarà fatto girare di nuovo, il sito verrà depenalizzato e otterrà un ulteriore boost nelle SERP.

Quindi, come già sapevamo e come sottolineo nei corsi, è sempre possibile uscire dalle penalizzazioni algoritmiche, a patto di aver risolto i problemi che affliggono il sito internet.

Mueller conclude dicendo che capisce come i tempi di attesa dei refresh di Penguin possano essere frustranti, e che il team di Google sta lavorando per rendere tali refresh più frequenti, in modo tale da dar la possibilità di uscire dalle penalizzazioni più rapidamente.

L’ultima raccomandazione che fa è quella di non focalizzare la propria attenzione su un singolo algoritmo e su alcuni pochi aspetti del sito, ma di puntare al miglioramento e alla qualità generale di quest’ultimo.

Firma piccola

Scritto da Filippo
Filippo Jatta è consulente SEO per liberi professionisti e imprenditori. Dal 2008 aumenta traffico e visibilità online di blog e ecommerce, posizionando siti web in prima pagina su Google. Offre servizi di posizionamento sui motori di ricerca e corsi SEO, sia base che avanzati.