Il Knowledge Graph è un riquadro di dati che raccoglie informazioni da uno o più siti.

Compare con un layout visivo per alcuni tipi di query su Google.

Il Knowledge Graph rappresenta un elemento di ricerca organica strettamente legato a Featured Snippet e rich results. Di recente è diventata una comune pratica SEO quella di tentare di ottenere ed ottimizzare i risultati del Knowledge Graph, tanto più che Google sta continuando ad espandere sempre più il numero dei risultati che mostrano questo elemento (ormai protagonista all’interno dei risultati di ricerca).

Come preannunciato nel titolo oggi si è aggiunta una nuova funzionalità al Knowledge Graph che permette alle entità di avere il proprio pannello rendendone così i gestori proprietari.

Perché Google ha offerto questa nuova funzione? Può succedere che le cose non vadano sempre per il verso giusto e spesso accade che nei risultati di ricerca del Knowledge Graph compaiano anche delle informazioni errate.

Questo rappresenta un problema comune nell’era delle fake news in cui viviamo.

Avere il controllo del pannello del Knowledge Graph garantirà quindi la possibilità di apportare tutte le modifiche necessarie per limitare danni e sbavature.

Ecco quali sono, secondo Google, i vantaggi del Knowledge Graph gestito direttamente dal proprietario:

  • Esporrai il tuo aspetto più accattivante;
  • Il pubblico vedrà le tue informazioni migliori, ovvero le più precise, le più autorevoli e le più coinvolgenti;
  • Potrai modificare le informazioni che compaiono sulla ricerca (come immagini, statistiche e molto altro ancora).

Chi (tra marchi e aziende) non ha approfittato di questa funzione se n’è pentito perchè non si è posizionato come voleva sulla SERP.

Come Richiedere la Proprietà del Knowledge Graph

Ecco una guida rapida che passo passo ti spiega come ottenere il tuo Knowledge Graph Panel.

  1. Fai clic sul pulsante “Richiedi il Knowledge Graph” (Claim this knowledge panel) posto nella parte inferiore del pannello. Questo ti porterà a una pagina di verifica di Google (Google Verification Page). Noterai nella URL della pagina il tuo numero MID (machine-generated identifier) personalizzato, ovvero la tua entità;
  2. Fai clic sul pulsante “Verifica”. Verrai indirizzato a una pagina con un elenco di opzioni che verificheranno per l’appunto la tua entità. Da lì dovrai selezionare poi l’opzione per accedere al termine della verifica.

Le opzioni includono in genere YouTube, Twitter e Google Search Console.

Una volta completata la verifica, il pulsante “Claim tour Knowledge Panel” scompare dal pannello.

Questo vuol dire che adesso avrai il potere di modificare e gestire il tuo pannello.

Potrai anche suggerire modifiche e se il pannello riporta informazioni errate, e correggerle e aggiornarle.

4 VIDEO+PDF: Scopri il Mio Metodo di Posizionamento SEO su Google Semplice, Passo Passo e Pratico, per TUTTI i Siti Web


CLICCA QUI E ACCEDI SUBITO AI VIDEO

Contattami ora!

Puoi contattarmi compilando il form qui sotto per avere informazioni sui miei servizi SEO, oppure manda un messaggio WhatsApp al n. 348 09 06 338

Acconsento al trattamento dei miei dati personali secondo l'Informativa Privacy

Maria Pia Fracchiolla

About Maria Pia Fracchiolla

Maria Pia Fracchiolla è una web writer. Scrive e parla troppo (in quattro lingue diverse, tra queste il giapponese). Custodisce e sostiene una cura maniacale per le fonti, le migliori possibilmente. Prima di iniziare l’attività professionale di scrittura ha conseguito la maturità classica e studiato inglese, tedesco e spagnolo presso la Facoltà di Lingue e Letterature Straniere dell’Università Aldo Moro di Bari, dove si è laureata. Maria Pia scrive per blog, siti e social. Ama la cultura in genere, soprattutto nelle sue declinazioni artistiche, musicali, letterarie e antropologiche, senza disdegnare il piglio “cool&smart” delle tendenze attuali.