Anchor Text: Cos'è e Strategia per l'Ottimizzazione SEO

Anchor Text: Cos’è e Strategia per l’Ottimizzazione SEO

Le anchor text sono da sempre un elemento strategico per la link building e il posizionamento SEO su Google.

In questo articolo ti spiego come usarle in maniera strategica, per avere un buon posizionamento su Google e azzerare il rischio di penalizzazioni.

Cos’è l’Anchor Text: Definizione

L’anchor text è il testo cliccabile di un link.

Quindi, se sei su una pagina web e c’è scritto “clicca qui”, e cliccando sulle parole “clicca qui” vieni portato su un’altra pagina web, allora potremo dire che le parole “clicca qui” formano l’anchot test del link.

Se io inserisco un link con le parole “link building” cliccabili, che portano a un’altra pagina del mio sito, o a una pagina di un sito esterno, allora le parole “link” e “building” formano l’anchor text del link.

Ho creato 4 video gratuiti in cui ti spiego il mio esatto metodo per posizionarti su Google, e permetterti di ottenere i miei stessi risultati.

Scaricali gratuitamente cliccando sul pulsante sotto il video, e inizia questo percorso con me. Altrimenti, continua la lettura dell’articolo sulle anchor text più in basso.

4 VIDEO+PDF: Scopri il Mio Metodo di Posizionamento su Google Semplice, Passo Passo e Pratico, per TUTTI i Siti Web

CLICCA QUI E ACCEDI AI VIDEO GRATIS

 

Keyword Rich Anchor Text e Google Penguin

Le anchor text sono da sempre un elemento strategico nella link building, e quindi nella SEO, in quanto vengono usate da Google per capire l'argomento di cui parla la pagina linkata.

Se linkiamo una pagina di un sito con anchor text "link building", ad esempio, Google riceverà un segnale che gli dice "guarda che la pagina linkata tratta l'argomento link buidling".

La conseguenza è che la pagina linkata migliorerà il posizionamento su Google per la parola link building.

Prima di Google Penguin (aggiornamento del 2012) era possibile creare migliaia di link di bassa qualità, tutti con anchor text esatta, per forzare Google a posizionare un documento per una determinata parola chiave.

Tipi di Anchor Text: Esempi

Con Google Penguin, però, le regole sono cambiate: sfruttare troppo le anchor text esatte è diventato pericoloso, perchè un profilo backlink con troppi link con anchor text esatte risulta innaturale.

In sostanza, se stai linkando al mio blog, JFactor.it, sarà naturale linkarmi spesso con anchor text di tipo brand (JFactor, j factor), e anchor text URL (https://jfactor.it).

Meno spesso, capiterà di essere linkato con anchor text esatta ("posizionamento su google", "verifica posizionamento google").

Se il profilo backlink ha troppi link con anchor text esatta, risulta innaturale e Google Penguin può penalizzare il sito che li riceve.

Strategia SEO per Anchor Text

A tal proposito, io consiglio di utilizzare il testo circostante invece dell’anchor text vero e proprio.

In pratica, grazie al contesto, possiamo far capire a Google per quale parola chiave posizionarci anche senza inserire l'anchor text esatta nel link.

Questo ci permette di contestualizzare il link e migliorare il posizionamento su Google, azzerandole possibilità di penalizzazione.

John Mueller, ingegnere di Google, afferma che Google utilizza l’anchor text come segnale, ma non ha detto che esso è considerato come un fattore di ranking per i link in entrata: ha, in qualche modo, sempre cercato di deviare questa domanda per non fornire una risposta precisa in merito.

La risposta di Mueller non è stata molto esaustiva: egli ha infatti da un lato confermato che Google fa chiaramente uso dell’anchor text in generale, ma non si è soffermato molto sull’uso di questo parametro per i link in entrata ed è stato abbastanza vago.

Sempre soffermandosi sull’uso dell’anchor text per i link interni, egli ha fatto sapere che è preso in considerazione, ma la sua risposta si è fermata proprio su questo punto e non ha proseguito nel fornire delle certezze in merito all’anchor text come fattore di ranking.

Di certo, invece, il contesto in cui è inserito un link è determinante per la sua efficacia.

Raccomando quindi di usare le anchor text dei backlink in maniera studiata e specifica, per esempio sfruttando in maniera capillare gli anchor text più strategici, e con basse percentuali di utilizzo.

Le anchor text dei link interni, invece, possono essere tranquillamente sfruttate senza preoccupazioni.

Importanza del Contesto

Il ruolo dell’anchor text potrebbe essere oggi superato. Infatti, esso è sempre stato quello di permettere la comprensione di cosa parla una pagina nello specifico, ma ora Google è diventato molto più bravo a comprendere il contenuto, anche senza tale segnale.

È il testo circostante a dar valore e significato al link.

Tra l’altro, ciò spiega anche perché le anchor text di tipo brand funzionino così bene per il posizionamento SEO su Google: infatti, se questo è vero, non è l’anchor text che potenzia l'efficacia di un link, ma è il suo testo circostante, che funziona appunto come anchor text virtuale.

Google associa il testo circostante che si trova entro una certa distanza dal testo di ancoraggio, con il link in uscita. Quindi, invece di usare l’anchor text stesso  (che potrebbe essere qualcosa come "clicca qui"), l'algoritmo potrebbe usare il testo circostante per identificare l'argomento di cui parla la pagina linkata.

Tool per l'Analisi di Anchor Text dei Backlink

Per l'analisi delle anchor text raccomando alcuni tool:

  • Screaming Frog aiuta a controllare le anchor text dei link interni del sito, cioè di quei link che, dal sito A, rimandano a un'altra pagina dello stesso sito A;
  • Majestic SEO, Ahrefs e Link Explorer, invece, permettono di analizzare le anchor text dei profili di backlink, cioè dei link che dai siti esterni puntano al tuo;
  • non dimenticare la Search Console, che mostra un elenco (seppur limitato) di link in entrata.

filippo.jatta@hotmail.it

<p>Filippo Jatta è consulente SEO per liberi professionisti e imprenditori. Dottore magistrale in Organizzazione e Sistemi Informativi presso l’Università Luigi Bocconi di Milano, dal 2008 è SEO specialist. Aumenta traffico e visibilità online di blog, e-commerce e portali, posizionando siti web su Google. Offre servizi di posizionamento sui motori di ricerca e corsi SEO, sia base che avanzati.</p>