Filippo | JFactor.it

Cos’è Yoast SEO

Molto spesso mi vien chiesto come usare Yoast, noto polivalente plugin WordPress.

Molte volte chi si affaccia alla SEO inizia a usare tale plugin in maniera errata. Con questo articolo voglio quindi far chiarezza sul modo corretto di utilizzarlo, e soprattutto su come non va utilizzato.

Chiariamo un concetto fondamentale: Yoast è (sto scrivendo a febbraio 2017) uno strumento stupido, che non può, in quanto stupido, dare indicazioni e consigli per l’ottimizzazione SEO on page di un contenuto per un algoritmo come quello di Google (che ha certamente dei limiti, ma è estremamente più intelligente di quello di Yoast).

cosa sono i dati strutturati e come usarli su wordpress

La marcatutura con dati strutturati (markup) permette ai motori di ricerca di capire meglio il contenuto e le informazioni presenti sulle pagine del sito web e fornire così all’utente i migliori risultati di ricerca nelle SERP, (pagine dei risultati delle ricerche effettuate con Google o con altro motore di ricerca) aiutando i crawler dei motori di ricerca (sistemi automatizzati che scansionano periodicamente i contenuti di un sito web ) ad analizzare i contenuti per ottenere informazione quali nome, indirizzo, luogo, nonché informazioni più specifiche nel caso di eventi, prodotti, ricette, migliorando così i rich snippet, ossia le informazioni disponibili direttamente dalla pagina dei risultati di ricerca, ad esempio, se siete alla ricerca di un ristorante, vi verranno mostrati non solo il nome del ristorante, ma anche informazioni aggiuntive quali orari, i prezzi e le stelle delle recensioni positive.

matt-cutts-nofollow

Cos’è il Nofollow

Google sta invitando sempre più spesso ad utilizzare il comando “nofollow” per i link in uscita. Parlo di questo argomento nel mio corso SEO online, ma ho deciso di approfondirlo anche qui sul blog. Nella prima parte dell’articolo c’è un riassunto della situazione, mentre nella seconda parte le mie considerazioni personali su come questo influisce il lavoro di posizionamento dei siti web. buona lettura! 🙂

Come spiego nella guida al posizionamento su Google, Google considera ogni link proveniente da un sito web A e diretto a un sito web B come un voto. A parità di altre condizioni (struttura, velocità, contenuto, ottimizzazione, ecc) un sito con più link di qualità (quindi più voti) ottiene maggiore visibilità sulla rete.