Blog - Part 2

consuenza seo

Consulenza SEO AppleTvItalia.it

Benvenuto (o bentornato) su JFactor.

Oggi ti propongo l’analisi del sito AppleTvItalia.it. Questo sito grazie a Google Adsense e ad altri sistemi di guadagno purtroppo ormai non più attivi rendeva circa 350€ al mese.

Purtroppo a seguito di alcuni problemi (utilizzo di hosting di bassa qualità, redirect affrettati e problemi di contenuti duplicati) ha perso molto del traffico che riceveva, e non riesce pù a garantire quella somma di denaro mensilmente.

Come apparire su Google? Ho registrato dunque 4 video, che trovi qui sotto, indicando le modifiche da apportare per riprendere ad ottenere traffico.

comparire su google news

Cos’è Google News

Google da sempre cerca di selezionare, con il suo algoritmo, i siti web più meritevoli per decidere quali portare in prima pagina.

Come sappiamo non è sufficiente scrivere articoli di qualità per arrivare in prima pagina: è necessario fare SEO per ottenere i risultati che desideriamo, ottenendo in questo modo visitatori (e, di conseguenza, guadagni).

Un metodo alternativo però per ottenere la prima pagina di Google è quello di far approvare il nostro sito a Google News.

Ciò che viene spiegato in questo articolo è come ottenere l’approvazione in Google News. Tale approvazione richiede grande e costante impegno.

nuovo sito in prima pagina su google

Il Mio Nuovo Blog in Prima Pagina

Era da un po’ che non mostravo l’andamento di qualche mio sito, e penso proprio che sia arrivato il momento!!

Il sito è in divenire, riporterò qui tutto il lavoro che faccio (che è ben spiegato nel corso SEO), oltre che l’andamento dei risultati che ottengo.

Per scoprire nel dettaglio che metodo uso per ottenere questi risultati visita questa guida per il posizionamento su Google.

Allora, eccoci con la scaletta che ho seguito e i primi aggiornamenti:

11 Maggio 2014

Le Leggende Metropolitane della SEO

Sempre più gente ormai lavora nel campo del posizionamento SEO, e se ne sentono un po’ di tutti i colori. Esperti, presunti esperti, gente che magari ha letto qua e là qualche informazione, e totali incompetenti.

Con questo miscuglio di voci è inevitabile che si creino veri e propri miti e leggende, riguardanti quello che serve per posizionare un sito su Google, quindi su JFactor.it ho voluto mettere un po’ d’ordine.

Mi trovo spesso a discutere di molte teorie e fantasie SEO durante le mie lezioni private, nel corso SEO online e quando mi confronto con colleghi.

Ho voluto quindi sviscerarne alcuni in questo articolo.

Come fa Google a Determinare la Qualità di un Contenuto Senza Link?

Il video qui sopra è un po’ provocatorio, ma il punto è che un tormentone che accompagna negli ultimi tempi i discorsi dei SEO (su forum e social) è questo: per portare il nostro sito in prima pagina su Google il contenuto del nostro sito è ciò che conta di più.

Content is king!, il contenuto è il re! Ripetono convinti alcuni SEO.

Abbiamo visto su JFactor che, per portare il nostro sito in prima pagina su Google, dopo aver accuratamente studiare un progetto e valutato i contenuti da offrire in relazioni alle query da noi scelte, dobbiamo ottimizzarne la struttura con l’ottimizzazione SEO on-page per far capire a Google di quali argomenti tratta.

Una volta che il nostro sito sarà pronto avvieremo la link building.

Che Siti Vengono Colpiti da Panda? Come Evitare di Essere Penalizzati?

Bentornato su JFactor.it. Abbiamo già parlato delle penalizzazioni algoritmiche di Google. I più famosi sono Penguin e Panda, e pochi giorni fa è stata rilasciata una nuova versione di quest’ultimo.

Panda è il nome di un algoritmo di Google che può portare alla penalizzazione di Google algoritmica di un sito. Il primo Panda risale al 23 febbraio del 2011. Panda ha il ruolo di controllare la qualità dei siti web, non permettendo a siti di scarsa qualità di posizionarsi bene in Google.

I primi aggiornamenti di Panda sono stati sporadici, ora invece Panda viene avviato ogni mese da Google, quindi ogni mese c’è, in parole povere, questo processo di valutazione della qualità dei siti internet.

motori-di-ricerca indicizzazione rapida

Come Indicizzare su Google il Tuo Sito o una Pagina

Prima di tutto un chiarimento: bisogna distinguere fra indicizzazione e posizionamento.

Se il sito è indicizzato vuol dire semplicemente che Google sa che esiste, e ce l’ha all’interno del suo indice. Anche se non lo mostra in prima pagina.

Quello che spiego nel mio corso SEO online è invece il posizionamento. Fare posizionamento di un sito su Google vuol dire portarlo in prima pagina su Google, per una determinata ricerca o parola chiave.

Quindi Google non solo vede il sito, ma lo reputa talmente importante da mostrarlo in prima pagina per le ricerche relative agli argomenti contenuti.

Facciamo un esempio.

Il Mio Piccolo Blog Può Battere Siti Più Grandi?

Eccoci a un nuovo articolo di JFactor.it.
Uno dei quesiti ricorrenti che mi fate è questo: “Ho avviato un piccolo sito web seguendo le tue indicazioni, e su Google ci sono molti siti grandi sull’argomento. Come posso ottenere ugualmente traffico?”

Chi meglio di Matt Cutts, uno dei cervelloni di casa Google, può illuminarci al riguardo? Ecco allora il suo nuovo video (rigorosamente in inglese), cui segue la mia (libera) traduzione e i suggerimenti del caso.

Scopri se il Tuo Sito E’ Penalizzato e Risolvi la Penalizzazione

Un sito web è penalizzato quando, nonostante sia autorevole (ovvero abbia buoni link) e di buona qualità (con contenuti interessanti e originali) non si posiziona bene sul motore di ricerca per le parole chiave che desideriamo.

Oggi ti mostro alcune le principali penalizzazioni algoritmiche, e delle raccomandazioni per uscirne.

Può capitare che un sito in prima pagina, ad esempio, sprofondi tutto d’un tratto giù nella serp (ovvero nei risultati di ricerca), finendo in decima pagina o oltre.

Ipotizziamo che il nostro bel blog meriti, per i propri valori onpage, offpage, e per altre caratteristiche (ad esempio l’età del dominio o il PR), una posizione diciamo in 1° o 2° pagina. E’ possibile però che a causa di una o più variabili “negative”, Google declassi il blog, portandolo anche oltre la millesima posizione. Quando notiamo che blog con ottime caratteristiche vengono sbalzati via in pagine lontanissime da quella in cui si trovavano, è probabile che vi sia stata una penalizzazione, manuale o legata a un algoritmo.

I Blog Comment Links Aiutano nel Posizionamento?

Riguardo il posizionamento SEO abbiamo già parlato su JFactor nello specifico dei link a pagamento e dei guest post. Concentriamoci oggi su un tipo molto usato (e abusato) di link: i commenti sui blog, o blog comment links per dirla all’americana.

Devo crearne tanti manualmente o posso usare dei software che lo fanno automaticamente? Ma soprattutto: alla luce dei nuovi algoritmi Panda e Penguin, questi link danneggiano il mio sito?

Iniziamo col precisare che ho suggerito l’utilizzo dei blog comments nell’articolo-guida alla link building. Al punto 4 dell’articolo trovi la voce “Commenti nei Blog“, che spiega cosa sono questi link e ti dà le indicazioni sull’utilizzo.

Paid Links: Sì o No?

In data 3 marzo 2014 il buon Matt Cutts ci ha offerto un nuovo video riguardante i paid links, ovvero i link a pagamento. Quando un sito di buona qualità e in tema con il nostro ci linka, Google prende questo link come una “raccomandazione”, un giudizio positivo, portando il nostro sito più in alto nelle ricerche.

Su JFactor abbiamo parlato nello specifico dei blog comment links e della pratica del guest posting. Ora vediamo come comportarci con i link a pagamento.

La Mia Video Consulenza SEO

Nel video che trovi qui sopra ho analizzato il sito web del dott. Massaro, chirurgo specialista di Milano.
Ha creato da solo il suo sito protesiancaeginocchio.com con l’obiettivo di apparire in prima pagina su Google per le ricerche “protesi anca” e “protesi ginocchio”.

Il dottore, anzichè affidarsi a un SEO specialist,  ha studiato la SEO di base da solo e poi ha seguito alcuni dei consigli che ho offerto sul mio questo blog, ottenendo discreti risultati.

Ha scritto degli articoli informativi sull’argomento trattato, e ha poi reso questi contenuti ottimizzati per Google seguendo i miei articoli.

I Guest Post Funzionano Ancora?

Come ricorderai, nell’articolo sulla link building ho suggerito l’uso del guest posting (o guest blogging che dir si voglia) per arrivare in prima pagina su Google: è una delle tecniche SEO più importanti. Matt Cutts ha da poco rilasciato un video in cui fa qualche sua raccomandazione riguardo questa pratica. In buona sostanza non cambia granchè, è bene sottolinearlo subito.

Se Ho Tanti “Mi Piace” Sulla Mia Pagina, o Tanti “Tweet” Su Twitter, le Pagine Si Posizioneranno Meglio Su Google?

A inizio 2014 il buon Matt Cutts (voce ufficiale di Google) ha proposto un nuovo video su YouTube, riguardante l’importanza dei segnali social per il posizionamento del nostro sito/blog sui motori di ricerca.

Lasciamo la parola a Matt Cutts. Sotto il video trovi la mia libera traduzione, le mie conclusioni personali e i suggerimenti, che approfondisco all’interno del corso SEO.

google hummingbird

Come Funziona Google Hummingbird?

Google ama dare il nome di animali ai propri aggiornamenti, e dopo i temibili Panda e Penguin, ecco Hummingbird, il Colibrì. Secondo quanto riferisce Google questo nuovo algoritmo è stato rilasciato a fine agosto 2013.

Mentre Penguin e Panda prevedono però penalizzazioni per i blog di scarsa qualità o che cercano di raggiungere la prima pagina di Google con tecniche spammose, il Colibrì non è così spaventoso per noi che vogliamo dare visibilità al nostro blog. Le tecniche SEO non cambiano quindi.

SEO prima pagina diretta

Portiamo Questo Sito in Prima Pagina in Diretta!

Bentornato! Oggi voglio provare su JFactor un esperimento che penso non si sia mai visto nel nostro panorama SEO: sto posizionando un sito web inglese (quindi su Google.co.uk) da zero, e voglio mostrarti i risultati con aggiornamenti in diretta!

Il sito è di un cliente che ha scelto di affidarsi a me per il servizio di posizionamento sui motori di ricerca.

Vedremo come apparire su Google e quali sono i passi da compiere.