Seo Blog | JFactor.it

 

Molto spesso mi vien chiesto come usare Yoast, noto polivalente plugin WordPress.

Molte volte chi si affaccia alla SEO e al mio corso SEO inizia a usare tale plugin in maniera errata. Con questo articolo voglio quindi far chiarezza sul modo corretto di utilizzarlo, e soprattutto su come non va utilizzato.

Chiariamo un concetto fondamentale: Yoast è (sto scrivendo a febbraio 2017) uno strumento stupido, che non può, in quanto stupido, dare indicazioni e consigli per l’ottimizzazione SEO on page di un contenuto per un algoritmo come quello di Google (che ha certamente dei limiti, ma è estremamente più intelligente di quello di Yoast).

matt-cutts-nofollow

Google: Stai Esagerando Con i Nofollow?

Google sta invitando sempre più spesso ad utilizzare il comando “nofollow” per i link in uscita. Parlo di questo argomento nel mio corso SEO online, ma ho deciso di approfondirlo anche qui sul blog. Nella prima parte dell’articolo c’è un riassunto della situazione, mentre nella seconda parte le mie considerazioni personali su come questo influisce il lavoro di posizionamento dei siti web. buona lettura! 🙂

Cos’è il Nofollow

Come spiego nella guida al posizionamento su Google, Google considera ogni link proveniente da un sito web A e diretto a un sito web B come un voto. A parità di altre condizioni (struttura, velocità, contenuto, ottimizzazione, ecc) un sito con più link di qualità (quindi più voti) ottiene maggiore visibilità sulla rete.

Esperienza Utente e SEO: Come Soddisfo Entrambi con il Mio Menu di Navigazione?

Oggi, con un case study, voglio mostrare i risultati ottenuti in pochi giorni su un sito al quale ho lavorato, grazie alla modifica della struttura del menu di navigazione.

Parliamo di un aumento del 416,5% ottenuto in 4 mesi.

Sappiamo che gli elementi principali per posizionare un sito web sono:

Oggi soffermiamoci su un elemento fondamentale della struttura di un sito: il suo menu di navigazione.

Quando si progetta un sito bisogna tener conto di 2 fattori, che devono andare a braccetto: ottimizzazione SEO ed esperienza dell’utente (la cosiddetta UX).

aumentare velocità sito blog 100 googlespeed insights

La Guida per Velocizzare al Massimo il tuo Blog WordPress

L’articolo di oggi è molto importante: come spiego nelle mie lezioni sul posizionamento su Google Google conosce bene le performance di velocità dei siti, ed è pertanto opportuno tenere questo fattore in considerazione.

Pertanto, come spiegato anche nel mio corso SEO online, oltre alla classica ottimizzazione onpage e alla creazione di link,  è necessario ottimizzare il sito web rendendolo quanto più veloce possibile.

Questo è un passaggio che implemento per ogni progetto al quale collaboro. Oggi voglio quindi proporti un case study che ha come oggetto di studio JFactor.it stesso.

Il blog che stai leggendo utilizza il CMS WordPress, di gran lunga il più diffuso e utilizzato della rete.

Abbiamo preparato un dettagliato corso wordpress, e in questa guida ti mostratutti i passi da seguire per aumentare al massimo la velocità del tuo sito wordpress.

tavola periodica seo

La Tavola Periodica 2015

Search Engine Land ha pubblicato la tavola periodica dei fattori SEO 2015.

Si tratta di un tentativo (piuttosto riuscito e apprezzabile) di sintetizzare i principali elementi che permettono di posizionarsi bene su Google. Trovi qui sopra la tavola (per scaricarne il pdf clicca qui).

Ecco come leggere la tavola, più una breve disamina degli elementi costituenti.

Innanzitutto la tavola è divisa in due parti, “On the page Seo” (riguardante quindi gli elementi propri del sito web) e “Off the page Seo” (riguardante gli elementi esterni al sito)

Gli elementi, ovvero i fattori SEO (analizzati nel mio corso), sono inoltre suddivisi in 7 categorie, 3 delle quali relative all’On Page e 4 all’Off Page.