In seguito a una domanda specifica di un webmaster, John Muller, in uno dei suo i soliti hangout, ha chiarito alcuni aspetti interessanti sulla gestione di HTML non validi ed errori da parte dell’algoritmo di ricerca di Google.

La domanda del publisher era se fosse corretto aggiungere due tag meta description e due tag title su una singola pagina. John Mueller di Google ha fornito una risposta sorprendente che mostra come Google gestisce i doppi elementi HTML.

La persona che ha posto la domanda voleva apportare una modifica temporanea agli elementi meta e HTML del titolo SEO, o title tag. Quindi successivamente l’editore vorrebbe poi tornare alle versioni originali. Il proprietario del sito ha anche aggiunto che l’aggiornamento dei contenuti delle pagine è dovuto all’attuale situazione del Covid-19.

Questa è la domanda che è stata posta:

“Per quanto riguarda la meta descrizione della pagina, ho avuto un suggerimento SEO di includere una seconda meta descrizione e titolo riguardanti questo argomento nell’intestazione. Questo avrebbe davvero senso per Google?”

Il sempre ben informato John Mueller di Google ha risposto in questa maniera:

“Allora, se stai includendo un secondo tag di descrizione meta in una pagina, lo tratteremo come se estendessi il meta tag esistente nella pagina.

…non vi è alcun tipo di bonus nell’utilizzo di un secondo tag meta description su una pagina rispetto alla semplice regolazione di quello esistente.

Per quanto riguarda il titolo, è la stessa cosa. Non è che vi sia alcun tipo di bonus associato alla creazione di un secondo tag del titolo. In sostanza, potresti anche semplicemente scrivere un nuovo titolo chiaro usando il tag del titolo esistente “.

Va Bene Usare Extra Title Tag e Meta Description

Quindi, secondo quanto affermato, Google combinerà i tag extra di titolo e meta description in una singola meta description e un singolo tag title. Ma solo perché Google dice che fare qualcosa di diverso dal normale va bene non significa che dovresti farlo appositamente ogni volta.

Il modo in cui Google sceglierà di visualizzare i doppi tag dipende da Google stessa.

Di solito Google mostra esattamente ciò che è nell’elemento del tuo titolo. L’aggiunta di un doppio elemento nel titolo fa passare il controllo di ciò che viene visualizzato dal webmaster all’algoritmo di Google aggiungendo di conseguenza un elemento di incertezza su come verrà visualizzato quel titolo.

Inoltre, mentre John Mueller afferma che Google può gestire titoli aggiuntivi e meta descrizioni, aggiunge anche che gli editori dovrebbero attenersi alla stesura di una singola meta descrizione e di un singolo tag titolo per pagina.

Ma non finisce qui poiché’ c’è un’altra preoccupazione da esaminare e che riguarda gli standard HTML.

Gli Elementi Extra Violano gli Standard HTML Ufficiali

Il nome tecnico del tag meta description è Meta Description Element. Un elemento è come un pezzo costitutivo principale di una pagina Web HTML.

L’HTML è ufficialmente definito da un gruppo internazionale chiamato World Wide Web Consortium, noto anche come W3C. Le specifiche per HTML sono disponibili su W3.org. Gli elementi sono descritti dal W3C come aventi una funzione. Ogni funzione ha delle proprie regole.

Una delle regole per l’elemento meta description è che dovrebbe esserci solo una meta description per ogni pagina. Analogamente per l’elemento del titolo, dovrebbe esserci solo un elemento del titolo per pagina Web. L’aggiunta di più di un elemento del titolo crea un documento HTML non valido.

L’HTML valido o con il minor numero di errori, aiuta a garantire che il documento web venga visualizzato dai visitatori del sito esattamente come lo desideri.

Conclusioni

La risposta di John Mueller fornisce uno sguardo sulla strategia di Google per la gestione di HTML non validi ed errori. In questo caso, i doppi elementi vengono trattati come un singolo elemento.

Inoltre, John Mueller informa che mentre Google può gestire due meta descrizioni e due tag del titolo, incoraggia gli editori ad aderire alla pratica standard di un solo elemento del titolo e una esclusiva meta description per pagina.

Infine, obbedendo alle buone pratiche di codifica, gli editori possono assicurare una migliore esperienza utente e aiutano a garantire che i motori di ricerca non commettano errori durante la scansione di una pagina web.

Guarda l’hangout di Google Webmaster Office qui sotto.

 

4 VIDEO+PDF: Scopri il Mio Metodo di Posizionamento SEO su Google Semplice, Passo Passo e Pratico, per TUTTI i Siti Web


CLICCA QUI E ACCEDI SUBITO AI VIDEO

Contattami ora!

Puoi contattarmi compilando il form qui sotto per avere informazioni sui miei servizi SEO, oppure manda un messaggio WhatsApp al n. 348 09 06 338

Acconsento al trattamento dei miei dati personali secondo l'Informativa Privacy

Maria Pia Fracchiolla

About Maria Pia Fracchiolla

Maria Pia Fracchiolla è una web writer. Scrive e parla troppo (in quattro lingue diverse, tra queste il giapponese). Custodisce e sostiene una cura maniacale per le fonti, le migliori possibilmente. Prima di iniziare l’attività professionale di scrittura ha conseguito la maturità classica e studiato inglese, tedesco e spagnolo presso la Facoltà di Lingue e Letterature Straniere dell’Università Aldo Moro di Bari, dove si è laureata. Maria Pia scrive per blog, siti e social. Ama la cultura in genere, soprattutto nelle sue declinazioni artistiche, musicali, letterarie e antropologiche, senza disdegnare il piglio cool&smart delle tendenze attuali.