John Mueller di Google ha dichiarato su Twitter che dividere un sito web in due siti più piccoli non conviene.

Non è vero che prendere il proprio sito e scomporlo in due “sitarelli” sia una buona idea e garantisca una maggiore visibilità.

Le sue parole testuali: “Se crei 2 siti web da un unico sito, non sarai certo visibile il doppio nei risultati di ricerca”.

Questo messaggio conferma ciò che scrisse precedentemente in merito alle pagine web, ovvero che è preferibile avere una sola pagina web, che sia forte e affermata, rispetto a tante pagine web “deboli” che non garantiscano dei risultati soddisfacenti.

In data 23 maggio Mueller, in risposta ad un utente che gli chiedeva se conveniva servirsi di un sito A e un sito B per ottenere dei risultati migliori in termini di link juice, ha twittato: “Se ritieni che dividere un sito in due possa garantire un traffico maggiore, allora perché non dividerlo in 4, 16, 2048 siti? Il fatto è che non conviene lavorare come matti per una soluzione alternativa ed astrusa quando invece la regola è semplice e inequivocabile.

Il pericolo si nasconde dietro l’ingenuo suggerimento di prendere un sito a caso, dividerlo in due siti e aspettarsi di ottenere lo stesso risultato di siti come Amazon o Glen, che sono tutt’altro che sprovveduti nelle proprie scelte e reclutano i migliori esperti in quest’ambito”

A tal proposito anche Marie Haynes ha aggiunto: “Questa è una domanda che gli imprenditori pongono molto spesso. Ma il punto è un altro. Perchè creare un gran numero di siti web quando invece per incrementare il proprio business basterebbe concentrare i propri sforzi su di un unico sito? Meglio un sito fantastico e ben fatto che tanti sitarelli mediocri”

Morale della favola’? Alle volte è proprio il caso di dirlo,  “less  is more” o se preferiamo usare il detto italiano, “il troppo storpia”.

4 VIDEO+PDF: Scopri il Mio Metodo di Posizionamento SEO su Google Semplice, Passo Passo e Pratico, per TUTTI i Siti Web

CLICCA QUI E ACCEDI SUBITO AI VIDEO
Simona Mastromarino

About Simona Mastromarino

Sono una webwriter freelance laureata in comunicazione e specializzata in Luxury Hotel Management. Dall’animo un pizzico wild, ho da sempre una passione non troppo segreta per la scrittura artistica e per la cultura giapponese.

Leave a Reply