E’ proprio così, John Mueller di Google ha lanciato un monito alla comunità del web.

Ha voluto avvertire tutti in merito all’inutilità dei contest SEO reputandoli una perdita di tempo e fatica che potremmo benissimo evitare. Su Twitter è stato chiarissimo.

A suo avviso i contest SEO non rispecchiano mai la realtà dei fatti. Servono soltanto a generare tonnellate di spam, influendo negativamente sull’intero sistema.

In altre parole: un grande spreco di tempo e fatica di cui possiamo fare a meno. L’unico approccio intelligente ai contest SEO è quello di ignorarli.

Insomma, altro che togliersi un sassolino dalla scarpa. Mueller sembra essersi tolto un peso dal cuore!

Non è stato fatto riferimento a nessun contest SEO nello specifico, tuttavia è abbastanza evidente che si riferisse a “Lovers vs Haters” di Wix che incoraggia le agenzie a coalizzarsi tra loro e partecipare alla competizione Wix SEO che regalerà un premio di 25.000 dollari al vincitore.

Anni fa Wix ha organizzato un altro SEO contest, più o meno simile, a dimostrazione dell’efficienza e della portata della sua piattaforma.

I partecipanti hanno gareggiato tentando di posizionare il termine “SEO Hero”.

Non mancarono le polemiche allora, figuriamoci oggi!

Sembra però che di contest SEO ne avremo ancora. Peccato. Sarebbe più utile impegnarsi per qualcosa di costruttivo e produttivo.

Ma se proprio non volete ascoltare il suggerimento di Mueller, ovvero di lasciar perdere, allora almeno seguite il suo consiglio di prender parte a queste competizioni focalizzandovi esclusivamente sul miglioramento dei servizi in generale.

Come? Rendendo i siti web su cui si lavora più efficienti e con un piglio lungimirante.

Insomma, invece di perder la testa dietro a inutili giochi fini a se stessi, meglio concentrarsi su argomenti costruttivi e che prevedano un miglioramento a lungo termine.

Di per sé i contest SEO incoraggiano a manipolare deliberatamente il posizionamento della ricerca.

Tuttavia Mueller non ha toccato l’argomento. Strano e allo stesso tempo curioso, visto che i contest rappresentano a tutti gli effetti una violazione delle linee guida dei webmaster di Google.

4 VIDEO+PDF: Scopri il Mio Metodo di Posizionamento SEO su Google Semplice, Passo Passo e Pratico, per TUTTI i Siti Web

CLICCA QUI E ACCEDI SUBITO AI VIDEO
Maria Pia Fracchiolla

About Maria Pia Fracchiolla

Maria Pia Fracchiolla è una web writer. Scrive e parla troppo (in quattro lingue diverse, tra queste il giapponese). Custodisce e sostiene una cura maniacale per le fonti, le migliori possibilmente. Prima di iniziare l’attività professionale di scrittura ha conseguito la maturità classica e studiato inglese, tedesco e spagnolo presso la Facoltà di Lingue e Letterature Straniere dell’Università Aldo Moro di Bari, dove si è laureata. Maria Pia scrive per blog, siti e social. Ama la cultura in genere, soprattutto nelle sue declinazioni artistiche, musicali, letterarie e antropologiche, senza disdegnare il piglio “cool&smart” delle tendenze attuali.