L’aggiornamento che ha annunciato Google la notte del 6 giugno limita il numero delle volte in cui uno stesso dominio compare in una SERP.

In altre parole, Google ha dichiarato che per la maggior parte delle query saranno mostrati soltanto massimo due risultati per dominio.

Questo non significa che Google mostrerà soltanto due risultati per un determinato dominio all’interno di tutte le pagine dei risultati di ricerca.

Infatti, per le query per le quali ritiene sia giusto mostrare una maggior varietà di domini, Google assicura più diversità di domini.

Invece, per le KW di tipo brand, invece, sarà ancora possibile visualizzare più risultati da uno stesso dominio.

Google infatti ha confermato che in linea di massima non mostrerà più di due risultati dello stesso dominio all’interno dei risultati di ricerca, tranne in casi specifici.

I Sottodomini Sono Considerati Come Appartenenti al Root Domain

Per la maggior parte dei casi, Google considererà i sottodomini come parte del dominio principale.

Quindi blog.domain.com sarà visto come parte di domain.com. Quindi domain.com non otterrà più di 2 risultati in SERP, nonostante la presenza di numerosi sottodomini.

Naturalmente, ci saranno anche casi diversi, per cui Google non considererà alcuni sottodomini come parte dello stesso dominio, ad esempio pensate ad alcune piattaforme di hosting come WordPress, Blogger e così via; ecco in questo caso Google li considererà separatamente.

Questo aggiornamento però non va confuso con quello principale. E’ infatti diverso rispetto al Google Core Update di giugno 2019. Non è correlato al grande aggiornamento lanciato il 3 giugno.

Il Diversity Update E’ Iniziato il 4 Giugno

Già, questo aggiornamento è cominciato il giorno successivo rispetto al grande aggiornamento del 3 giugno. L’ha detto Danny Sullivan.

E’ durato un paio di giorni, dunque si è concluso il 6.

Tecnicamente possiamo dire che con l’implementazione del Core Update di giugno 2019 si sono sovrapposti ben due aggiornamenti.

Di sicuro apporteranno delle modifiche e degli stravolgimenti e forse un po’ di confusione nel mondo SEO.

Tuttavia Sullivan ha rassicurato gli animi dicendo che sono stati entrambi veloci e che quindi i SEO sono salvi!

L’Aggiornamento Impatta Solo sulla Prima Pagina di Google

Quindi, come dice il titolo di cui sopra, questo aggiornamento influirà soltanto sui risultati organici della SERP.

Non rappresenterà alcun tipo di stravolgimento invece per gli snippet, per gli elenchi locali, le immagini e tutte le altre funzionalità di ricerca. L’ha confermato Danny Sullivan.

L’Aggiornamento è Legato al Dominio, Non al Contenuto

Questo aggiornamento sulla diversity è rivolto esclusivamente ai domini, non ai contenuti. Quindi non fa caso ai contenuti duplicati.

Di certo non si tratta di un aggiornamento perfetto. Come un po’ per ogni cosa, Google provvederà ad aggiornarlo col tempo, all’occorrenza.

Google lo Aveva Già Fatto Prima

Ebbene sì, non ce l’ha mai detto, ma in passato ha effettuato questo tipo di aggiornamento. Innumerevoli volte!

Quello di questi giorni è un ulteriore aggiornamento di quelli precedenti.

4 VIDEO+PDF: Scopri il Mio Metodo di Posizionamento SEO su Google Semplice, Passo Passo e Pratico, per TUTTI i Siti Web


CLICCA QUI E ACCEDI SUBITO AI VIDEO

Contattami ora!

Puoi contattarmi compilando il form qui sotto per avere informazioni sui miei servizi SEO, oppure manda un messaggio WhatsApp al n. 348 09 06 338

Acconsento al trattamento dei miei dati personali secondo l'Informativa Privacy

Maria Pia Fracchiolla

About Maria Pia Fracchiolla

Maria Pia Fracchiolla è una web writer. Scrive e parla troppo (in quattro lingue diverse, tra queste il giapponese). Custodisce e sostiene una cura maniacale per le fonti, le migliori possibilmente. Prima di iniziare l’attività professionale di scrittura ha conseguito la maturità classica e studiato inglese, tedesco e spagnolo presso la Facoltà di Lingue e Letterature Straniere dell’Università Aldo Moro di Bari, dove si è laureata. Maria Pia scrive per blog, siti e social. Ama la cultura in genere, soprattutto nelle sue declinazioni artistiche, musicali, letterarie e antropologiche, senza disdegnare il piglio “cool&smart” delle tendenze attuali.