Google afferma che è normale vedere il posizionamento di nuovi siti fluttuare pesantemente entro il primo anno di vita.

John Mueller di Google ha recentemente annunciato che il motore di ricerca potrebbe impiegare fino a un anno per capire come posizionare i nuovi siti. Durante questo periodo è probabile che si verifichino alcune fluttuazioni significative nel posizionamento della SERP.

John diche che questo è del tutto normale e non necessariamente correlato a qualcosa di giusto o errato che un sito sta facendo.

Questo argomento è emerso durante un Hangout di Google Webmaster Central tenutosi lo scorso 12 giugno. Un proprietario di un sito ha posto una domanda riguardo sul suo sito web di 8 mesi, che apparentemente si era posizionato bene fino al mese scorso.

Il proprietario del sito osserva che il calo del posizionamento ha coinciso con un attacco SEO negativo da parte di un concorrente che ha prodotto oltre 1.500 backlink di spam.

Ora il sito non si trova da nessuna parte nei risultati di ricerca e il proprietario vuole sapere come recuperare il ranking perso. Cosa è possibile fare?

La Risposta di John Mueller

In risposta, Mueller informa il webmaster che il loro sito è ancora considerato molto aggiornato e che rispetto alla storia di internet, 8 mesi non sono poi un tempo troppo lungo.

Gli algoritmi di Google stanno ancora cercando di capire come posizionare il sito web tra tutti gli altri contenuti sulla rete. Questo processo potrebbe richiedere fino a un anno prima che si possa ritenere concluso.

“Penso che se il tuo sito web ha solo, diciamo, un paio di mesi, forse 8 mesi, forse un anno, allora è ancora molto fresco rispetto al resto di internet. È un periodo in cui i nostri algoritmi stanno ancora cercando di capire come e dove dovremmo mostrare il tuo sito web nei risultati di ricerca in generale.

Quindi è qualcosa in cui sarebbe normale vedere una sorta di fluttuazioni attorno al modo in cui viene mostrato nella ricerca. A volte le cose vanno avanti per un po’, a volte vanno giù per un po’. E poi, direi nel corso di un anno, le cose si sistemano in uno stabilmente.

Quindi è qualcosa di cui non sarei necessariamente troppo preoccupato di questa particolare situazione. Continuerei a lavorare sul tuo sito eeb e, nel tempo, è qualcosa che dovrebbe riflettersi nella ricerca in generale.”

E gli Spam Backlink?

Il proprietario del sito indirizza l’attenzione di Mueller sui link di spam e chiede se potrebbero avere un impatto negativo sul posizionamento. Mueller conferma, come ha già affermato in precedenza, che gli algoritmi di Google ignorano questi tipi di link.

“È qualcosa che vediamo continuamente. È davvero facile per le persone eseguire uno script e rilasciare migliaia e milioni di collegamenti su internet e lo ignoriamo. È qualcosa in cui le persone si danno davvero da fare e fanno tutte queste cose folli, ma i nostri algoritmi l’hanno visto così spesso che sono abituati a ignorarlo…”

Inoltre, l’anchor text non ha importanza in questi casi. Inoltre, non importa se i link sono nofollow o meno. Google ignora tutto questo.

“Questo tipo di cose è davvero semplice in cui puoi prendere 5 dollari e inviarli a qualcuno e questi pubblicheranno migliaia di link sul web. La gente lo fa da anni. ”

Infine, il proprietario del sito chiede se i link di spam debbano essere rifiutati con il Disavow Tool come misura precauzionale.

“Non credo che tu debba farlo. Non penso che cambierebbe nulla. Lo ignorerei completamente. Se il tuo concorrente si concentra sulla creazione di link di spam per il tuo sito web, almeno non sta creando un sito web migliore per se stesso”.

È possibile vedere l’intero hangout nel video qui sotto.

4 VIDEO+PDF: Scopri il Mio Metodo di Posizionamento SEO su Google Semplice, Passo Passo e Pratico, per TUTTI i Siti Web


CLICCA QUI E ACCEDI SUBITO AI VIDEO

Contattami ora!

Puoi contattarmi compilando il form qui sotto per avere informazioni sui miei servizi SEO, oppure manda un messaggio WhatsApp al n. 348 09 06 338

Acconsento al trattamento dei miei dati personali secondo l'Informativa Privacy

Simona Mastromarino

About Simona Mastromarino

Sono una webwriter freelance laureata in comunicazione e specializzata in Luxury Hotel Management. Dall’animo un pizzico wild, ho da sempre una passione non troppo segreta per la scrittura artistica e per la cultura giapponese.