Perché Google posiziona bene i siti che fanno link building con lo spam?

Di recente è stata posta questa domanda all’interno di un hangout a John Mueller, il quale ha cercato di spiegare il motivo per il quale Google posiziona i siti web che hanno link di bassa qualità.

In che modo il motore di ricerca tratta questi link di bassa qualità?

Mueller lo ha spiegato, condividendo con i webmaster quali sono i fattori di classificazione che hanno portato i siti spam backlink a posizionarsi tra i primi posti su Google.

Perché Segnalare Link Errati Non Sempre Funziona

Un editore web ha chiesto in particolare perché i siti con link non di qualità sono ben posizionati su Google e perché, soprattutto, nonostante questi link di bassa qualità fossero segnalati, il sito continui a posizionarsi bene.

Oltre a segnalare la presenza di link negativi, cosa si può fare?

A questa domanda, Mueller ha risposto che in genere il modulo che Google mette a disposizione per la segnalazione degli spam funziona, ma talvolta non nel modo in cui si desidera.

È giusto quindi effettuare una segnalazione sia all’interno della Search Console, sia nel modulo di segnalazione dello spam.

È tuttavia importante, secondo Mueller, essere anche consapevoli del fatto che questo non implica una penalizzazione automatica.

E questo è ancora più vero nel caso di aree competitive, in cui alcuni siti fanno tutto davvero bene, e offrono qualità per i visitatori, a prescindere dai link di bassa qualità.

In sostanza, questo significa che Google spesso tende ad ignorare la presenza di link cattivi a fronte di molte altre cose fatte bene.

Quali Fattori Portano un Sito a Posizionarsi Bene su Google

Chiaramente, a questa spiegazione Mueller ha anche voluto aggiungere alcuni aspetti che potessero aiutare i webmaster a comprendere quali sono i fattori che portano un sito a posizionarsi in alto su Google.

E lo ha fatto con alcuni esempi.

Ha detto, ad esempio, che se un sito fa keyword stuffing, potrebbe comunque essere posizionato bene su Google perché lo merita in virtù di altre qualità, in particolare per il valore che il sito offre ai visitatori, nonostante il keyword stuffing.

Mueller ha quindi fatto sapere che ignorare i link di spam è una caratteristica di Google: a volte accade che gli algoritmi di Google, pur riconoscendo la presenza di link spam cerchino di ignorarli a fronte di altri fattori positivi, che pesano di più nella decisione relativa al posizionamento.

4 VIDEO+PDF: Scopri il Mio Metodo di Posizionamento SEO Semplice, Passo Passo e Pratico, per TUTTI i Siti Web

CLICCA QUI E ACCEDI SUBITO AI VIDEO
Rosilda Sergi

About Rosilda Sergi

Mi chiamo Rosilda Sergi. Dal 2009 è iniziata la mia scalata verso la conoscenza della scrittura digitale e di tutte le sue sfumature. Nel corso degli anni, ho avuto modo di trasformare la mia passione per la scrittura e la comunicazione in qualcosa di più concreto, orientandomi verso l'espansione delle mie skills e focalizzando la mia attenzione su aspetti come l'ottimizzazione SEO e la comunicazione persuasiva.