Guadagnare con le affiliazioni Amazon

Guadagnare con le affiliazioni Amazon

Oggi ti parlo di uno dei metodi più comuni di guadagno online: l’affiliazione, una risorsa sempre più apprezzata per monetizzare un blog.

Iniziamo col chiarire un concetto base:

Qui spiego come guadagnare con il metodo dell’affiliazione di Amazon, ma gli stessi concetti vanno benissimo per l’affiliazione in generale.

Cosa sono i programmi di affiliazione

Per chiarire tutto facciamo un esempio: abbiamo appena messo su un blog che parla di tecnologia, e in particolare di cellulari. Ci concentriamo sui prodotti Samsung, ad esempio, che sono molto richiesti.

Abbiamo creato il nostro blog in pochi minuti seguendo i miei consigli e l’abbiamo poi portato in prima pagina su Google seguendo la mia guida sul SEO e la semplice ottimizzazione on page.

Quindi ora abbiamo un sito che riceve parecchie visite, tutte da gente interessata ai cellulari Samsung. Non dobbiamo far altro che scegliere il metodo di guadagno.

Possiamo affidarci al guadagno tramite pubblicità e bannerini Adsense (e prevedere quanto guadagneremmo con questo metodo). Quindi inseriremo degli annunci pubblicitari sul blog, ottenendo denaro per ogni click che i nostri visitatori faranno sulle pubblicità stesse.

Altrimenti potremmo… Vendere cellulari Samsung sul nostro sito, senza avere alcun negozio! Questo grazie appunto ai programmi di affiliazione.

Questo esempio si estende a praticamente tutti i prodotti che possano venirti in mente, perchè esistono affiliazioni praticamente per qualunque cosa.

Sappi che con il tuo sito puoi guadagnare dalla vendita di qualunque prodotto anche senza produrlo o venderlo davvero

Molte aziende infatti propongono collaborazioni di questo tipo: noi inseriamo sul nostro blog pubblicità e link verso il loro sito internet, e ogni volta che qualcuno acquista un prodotto da loro dopo aver cliccato sul link presente sul nostro sito, riceviamo denaro.

Il sistema è quindi molto simile a quello dei banner pubblicitari.

La differenza è semplicemente questa: con i bannerini pubblicitari guadagniamo (poco) ogni volta che qualcuno clicca sulla pubblicità presente sul nostro sito, con l’affiliazione invece guadagniamo ogni volta che il visitatore, dopo aver cliccato sul banner o link del nostro sito, poi acquista effettivamente il prodotto che viene proposto.

Diciamo allora che voglio guadagnare con Amazon tramite la sua affiliazione vendendo sul mio sito cellulari.

Basta cercare su Google “affiliazione cellulari samsung” per trovare numerose offerte. Sappiamo bene che Amazon ha prezzi ottimi e la gente si fida di questa azienda.

Andiamo quindi sul sito Amazon e cerchiamo la voce “programma affiliazione”. Ci iscriviamo gratuitamente, ottenendo ora la possibilità di inserire sul nostro blog link e banner pubblicitari di Amazon stesso.

Ogni volta che un visitatore acquisterà qualcosa dopo aver cliccato sul banner o sul link presente sul nostro sito, a noi andrà una percentuale sulla vendita.

Quindi se con i banner Adsense avremo molti piccoli guadagni da 30-50 centesimi, con l’affiliazione avremo un numero ridotto di guadagni, ma ognuno potrà essere anche di decine e decine di euro, a seconda del programma di affiliazione che scegliamo e del prodotto che vendiamo e della partnership che scegliamo.

Amazon permette di scegliere tra milioni di prodotti in vendita, ma non offre percentuali di guadagno molto elevate.

Puoi però scegliere altri partner commerciali.

Utilizzare le affiliazioni come abbiamo visto è molto semplice, e si può fare tutto gratuitamente.

Ed ora un piccolo Domanda & Risposta per fugare eventuali dubbi!

D: Ok ma che devo scrivere nel mio sito?

R: Nel tuo sito scrivi semplici articoli informativi riguardanti l’argomento che tratti. Per i siti dai quali vuoi guadagnare con l’affiliazione è una buona idea scrivere delle recensioni di prodotti. Quindi se vuoi vendere il nuovo cellulare Samsung puoi scrivere un articolo in cui spieghi cosa ti piace e cosa no del prodotto in questione.

D: Ho un sito riguardante la salute del corpo, posso inserire link per vendere cellulari?

R: Si, ma sarebbe praticamente inutile. Le vendite vanno a buon fine quando il tuo sito tratta lo stesso argomento dei prodotti che vendi. Quindi se io su questo sito inserissi link per vendere creme dimagranti avrei pochissimo successo. Se inserissi invece link a guide per guadagnare online, avrei risultati decisamente migliori.

D: Ho un sito poco curato e di scarsa qualità. Il metodo dell’affiliazione funzionerà ugualmente?

R: Se il tuo sito è di bassa qualità ti consiglio di inserire i banner Google Adsense. Per vendere tramite affiliazioni il tuo blog deve essere valido, ben fatto. Se parla di rasoi elettrici, ad esempio, prima ancora di inserire link affiliati puoi proporre recensioni dei principali rasoi elettrici in vendita. Le recensioni devono essere ben strutturate e sincere, il visitatore dovrà fidarsi di te. Solo in questo modo poi potrai dire “ok il migliore è questo rasoio, compralo usando questo link”. Se il tuo sito non è di buon livello e i visitatori non si fidano di te le vendite saranno scarse.

Per questo motivo ci vuole più lavoro per metter su un sito che guadagna tramite affiliazioni: dovrai creare contenuti importanti e genuini, e inserire magari anche alcune recensioni e tabelle comparative. Solo così la gente si fiderà di quello che dici e acquisterà i prodotti che pubblicizzi.

E un’altra cosa importante: scrivi le recensioni in maniera sincera. Se un prodotto è effettivamente il migliore ma ti garantisce una rendita inferiore, promuovilo ugualmente. La soddisfazione dei visitatori e dei tuoi lettori non solo ti renderà più fiero del tuo blog, ma si trasformerà in un successivo aumento della fiducia nei tuoi confronti, e quindi in una risorsa economica importante nel futuro.

Facciamo un esempio: devo decidere se sponsorizzare il prodotto A, che è di bassa qualità ma mi garantisce il maggior guadagno, oppure il prodotto B, che mi garantisce entrate inferiori ma è di ottima qualità.

Sponsorizzare A, e farlo acquistare ai miei lettori, mi garantirebbe inizialmente un maggior guadagno. D’altra parte, però, avrei una schiera di lettori che, dopo averlo acquistato, rimangono insoddisfatti e delusi. Non seguiranno quindi più il mio blog. Quindi avrò perso futuri potenziali clienti.

Sponsorizzando invece B venderei, è vero, il prodotto che mi fa guadagnare meno. In compenso però i lettori rimarranno soddisfatti ed entusiasti dei miei consigli, e oltre a continuare a seguire il mio blog saranno anche molto propensi ad acquistare altri prodotti che suggerisco. Nel medio-lungo termine, quindi, i consigli sinceri sono anche quelli economicamente più vantaggiosi.

D: Ma se un visitatore clicca sul link/banner affiliato del mio sito e poi non acquista il prodotto, io guadagno qualcosa lo stesso?

R: No. Con l’affiliazione si guadagna solo quando il visitatore poi effettivamente acquista.

Nel caso di Amazon se una persona acquista successivamente, anche a distanza di diversi giorni, noi guadagnamo ugualmente. Infatti con Amazon c’è un mese di “memoria di affiliazione”. Voglio dire che se un visitatore clicca sul nostro banner e acquista il prodotto entro un mese, noi riceveremo il nostro compenso! Non è necessario quindi che l’utente faccia subito il suo acquisto: noi guadagneremo per tutti gli acquisti fatti entro 1 mese.

D: Un programma di affiliazione vale l’altro… O no?

R: No, assolutamente. E’ bene collaborare solo con aziende serie, come appunto Amazon. Diffida di aziende che non conosci, che potrebbero non riconoscerti i guadagni che ti spettano.

D: Che percentuale guadagno da ogni vendita?

R: Ogni affiliazione ha le sue regole. Amazon offre percentuali di guadagno piuttosto basse, ma ci sono molti altri portali che offrono affiliazioni. Un vantaggio però dell’affiliazione con Amazon è che riceveremo soldi per qualunque acquisto fatto dall’utente (sempre entro 1 mese).

Mettiamo ancora che noi parliamo di cellulari sul nostro sito, e un visitatore clicca sul nostro banner, senza poi acquistare il cellulare. Dopo 3 settimane però lo stesso visitatore va sul sito di Amazon (anche senza cliccare di nuovo sul nostro banner: resta comunque in memoria il click ricevuto 3 settimane prima) e compra un paio di jeans. Bene, guadagneremo anche da questa vendita, perchè Amazon paga per qualunque vendita (di qualunque prodotto) effettuata entro un mese.

D: Filì, mi consigli di affidarmi solo ad Amazon per le affiliazioni o posso cercare altro?

R: Ogni programma di affiliazione ha le sue regole, con vantaggi e svantaggi. I vantaggi di Amazon sono che guadagnamo per qualunque prodotto venduto entro 1 mese, e che essendo una azienda molto famosa la gente compra con fiducia dal loro sito. Lo svantaggio è una percentuale di guadagno non altissima. Altre aziende offrono diversi programmi, che possiamo certamente prendere in considerazione e sfruttare.

Ho scelto l’esempio di Amazon perchè è un negozio online che vende praticamente tutto, e quindi il suo programma di affiliazione può essere sfruttato da quasi chiunque. Le mie raccomandazioni sono semplicemente quelle di affidarsi ad aziende note e oneste, e leggere bene i programmi di affiliazioni che vengono proposti.

D: Ma alla fine dei conti si guadagna di più con i banner di Google Adsense o con l’affiliazione?

R: Bella domanda! Purtroppo non c’è una risposta univoca: ci sono siti che guadagnavano una miseria con Google Adsense, e che con le affiliazioni fanno 450-500$ al mese. D’altra parte alcuni siti che con le affiliazioni non vendevano quasi nulla fanno un sacco di soldi con i semplici bannerini di Google.

Dipende molto dall’argomento di ciascun sito: più il nostro sito è legato all’acquisto di un determinato prodotto, più ci converrà utilizzare l’affiliazione. Più il nostro sito è generalista o informativo, meglio sarà affidarsi a semplici banner pubblicitari.

Il sito che parla della miglior crema contro l’acne, ad esempio, è strettamente legata a un prodotto: chi visita il sito sta cercando di risolvere un problema, e sa già che per farlo dovrà acquistare qualcosa. Per questo lo monetizzerei con l’affiliazione.

filippo.jatta@jfactor.it

<p>Filippo Jatta è consulente SEO per liberi professionisti e imprenditori. Dottore magistrale in Organizzazione e Sistemi Informativi presso l’Università Luigi Bocconi di Milano. Dal 2008 aumenta traffico e visibilità online di blog e ecommerce, posizionando siti web in prima pagina su Google. Offre servizi di posizionamento sui motori di ricerca e corsi SEO, sia base che avanzati.</p>

4 Commenti
  • Alex
    gennaio 17, 2018 at 11:35 pm

    Rimane sempre il solito problema delle affiliazioni e sistemi come adsense, avere la p.iva …!!!!!
    magari ci metti un anno a posizionare un sito e in questo anno hai guadagnato un totale di 1000euro….. per legge devi avere la p.iva…. ma se guadagni poco come cavolo fai a pagarti tutti i costi di averla….???

  • Antonio
    dicembre 8, 2017 at 2:00 pm

    Ciao filippo, mi sto iscrivendo su amazon dopo aver letto la tua guida, ho una domanda, per ricevere il pagamento solo tramite assegno? perchè mi dice che i pagamenti tramite deposito vale solo per gli stati uniti

Inserisci un commento