Siamo ormai giunti alla fine di questo 2019 che ha portato moltissime novità anche per quel che riguarda Google, ed in particolare per Google News che si appresta a portare avanti la concretizzazione di un’ultima, interessantissima e succulenta notizia.

La novità di fine 2019 per Google News è un netto cambio delle regole, dal momento che il motore di ricerca (che si occupa di includere, giorno per giorno, ora per ora, minuto per minuto, le notizie di ogni settore), si appresta a modificare una parte molto importante delle sue regole per quanto riguarda l’ottimizzazione per Google News e l’iscrizione su Google News.

Non sarà infatti più necessaria l’iscrizione, nè verrà effettuata una valutazione manuale per l’inserimento nelle news.

Cos’è e a Cosa Serve Google News?

Google News non è altro che un contenitore di informazioni e notizie relative ai più disparati settori ed eventi in corso da ogni parte del mondo: un vero e proprio motore di ricerca, che ti permette da un lato di leggere giorno per giorno le novità e le notizie di diversi editori, e dall’altro lato anche di informarsi con articoli offline, di iscriversi a giornali o argomenti specifici e di portare avanti la condivisione di tutto ciò che ci interessa maggiormente.

Nell’utilizzo di Google News, vi sono dei vantaggi sia per gli utenti che per gli editori.

Vantaggi ed Attività Dedicate agli Utenti

Pertanto, i punti salienti di Google News (lanciato nel 2006 quale motore di ricerca di informazioni), sono:

  • Ricerca di notizie online e offline, in tempo reale e non, provenienti da ogni parte del mondo;
  • Lettura di articoli e argomenti specifici;
  • Condivisione sui social;
  • Personalizzazione dei contenuti (che l’utente può aggiungere nella sezione Per te).

Il motore di ricerca di informazioni di attualità permette alle persone di scoprire gli eventi in corso, le notizie da tutto il mondo e i contenuti di diversi editori, ma anche di leggere articoli offline, di iscriversi a giornali online o topic specifici, di condividere i pezzi che hanno destato la loro attenzione e di personalizzare i contenuti nella sezione Per te, come dicevo più su.

Vantaggi ed Attività Dedicate agli Editori

Ma i vantaggi non si fermano qui, e chiaramente non fanno riferimento solo agli utenti di Google News ed ai potenziali lettori, ma anche agli editori, che possono trarne dei benefici interessanti per i loro siti web.

Chi possiede e gestisce un sito web può approfittare di Google News per ottenere maggiore visibilità online: e si sa che, ovviamente, una maggiore visibilità si traduce anche in maggiore traffico di utenti sul sito (e quindi anche in un maggiore guadagno).

Sintetizzando, gli editori traggono dall’inclusione a Google News i seguenti vantaggi:

  • Aumento della visibilità online;
  • Aumento della lettura (e quindi della presenza di utenti);
  • Aumento di traffico;
  • Aumento del numero di visitatori;
  • Aumento di guadagni.

Versione Aggiornata del Centro Editori

Da qualche giorno, contestualmente con il lancio della versione aggiornata del Centro Editori, sono state presentate alcune interessanti novità per gli editori ed i publisher che non dovranno più richiedere l’inclusione al servizio.

Avverrà tutto in automatico? A quanto pare, sì.

Infatti, la prova di questo interessante cambiamento è la presenza di un messaggio di errore che compare nella sezione un tempo dedicata all’iscrizione al motore di ricerca dedicato alla raccolta di notizie ed informazioni di attualità.

Ma quali sono i cambiamenti, lanciati in occasione del lancio contestuale della versione aggiornata del Centro Editori?

  1. Modifiche in favore dei publisher, che hanno adesso la possibilità di gestire in maniera diversa e più semplificata la visualizzazione dei contenuti presenti in Google News;
  2. Modifiche per l’iscrizione al servizio: mentre fino ad oggi, per ottenere l’inclusione al servizio in qualità di editore (o di gestore di siti web informativi) era necessario richiedere l’iscrizione attraverso una procedura ben specifica, da adesso non sarà più necessario farlo;
  3. Modifiche delle linee guida: nello specifico, l’editore che desideri iscrivere il suo sito a Google News non dovrò più preoccuparsi di farlo, ma è sufficiente e necessario che il sito sia idoneo sia all’app che al sito web di Google News.

Come Ci Si Iscrive a Google News Adesso?

Sembrerebbe che tutto sia stato semplificato, ed in effetti è proprio così. Troppo bello per essere vero?

Il nuovo sistema di Google News permette di velocizzare l’inclusione degli editori (ed in particolare dei siti web) per la sezione Notizie Principali o per quella dedicata alle News della Ricerca.

Cambia che non ci si dovrà più preoccupare di effettuare richieste di iscrizione che talvolta venivano bocciate dal servizio.

Il blocco era comunque giustificato dal fatto che era importante che venissero rispettati alcuni parametri e requisiti (sia di tipo tecnico che di tipo editoriale) perché avvenisse l’iscrizione al servizio, tra l’altro soggetta alla supervisione del team di Google News, che poteva decidere, anche sulla base di questi parametri, di negare e quindi di non accogliere tutte le candidature.

Talvolta, non venivano presentati i motivi del rigetto, ed era quindi compito dell’editore comprendere quale fosse il motivo del rifiuto (e pertanto impegnarsi per correggere l’errore e, dopo averlo corretto, provare ad effettuare di nuovo la richiesta, con notevole dispendio di tempo).

L’inclusione in Google News adesso avviene quindi in maniera automatica.

Ci richiediamo se sia troppo bello per essere vero e se, quindi, non vi siano delle restrizioni per l’inclusione al servizio. In realtà i parametri permangono, e sono  seguenti:

  • I contenuti devono essere di alta qualità, devono essere utili ed informare in maniera esaustiva il pubblico, senza duplicati o copia e incolla;
  • Bisogna rispettare le regole imposte da Google News (e quindi leggere attentamente le norme).

Come Essere Visibili su Google News

Come abbiamo anticipato, quindi, per essere visibili su Google News è necessario semplicemente attenersi a delle linee guida e rispettare alcuni parametri be precisi. A fornire le indicazioni su requisiti e parametri che permettono di essere inclusi in Google News (come già detto, in maniera automatica), è la pagina del Centro Editori.

Per entrare in Google News occorre:

  • Che i contenuti che vengono pubblicati sul sito siano non solo originali, (quindi niente duplicati) ma anche attuali (del giorno stesso, insomma) e che abbiano un senso ed una importanza dal punto di vista del possibile interesse del pubblico. Inoltre ogni informazione (anche in merito all’autore) deve essere chiara ed esaustiva;
  • Controllare spesso il sito, per evitare attacchi da parte di spam o malware;
  • Non eccedere con gli annunci pubblicitari o le sponsorizzazioni: va bene farlo, purché però non si ecceda e non si superino i contenuti stessi;
  • Mantenere rispetto del copyright e del diritto alla privacy. Inoltre, non è possibile pubblicare immagini o contenuti sessualmente espliciti, che incitino alla violenza oppure ad attività pericolose ed illecite.

Il primo punto (quello relativo all’importanza dei contenuti) è sicuramente quello che merita un approfondimento particolare: infatti, è bene che i contenuti siano autorevoli, attuali, che siano pertinenti ed informativi: Google insiste ancora una volta sul punto delicatissimo delle duplicazioni, in quanto ogni contenuto che risulta del tutto o in parte copiato da altri viene sistematicamente penalizzato (e con esso, chiaramente, anche il sito).

Nessuna novità è stata menzionata sul ranking di Google, che rimane fermo ai sei fattori decisivi che un sito deve rispettare perché sia possibile essere posizionati in alto: oltre alla pertinenza e qualità dei contenuti, tra gli altri fattori importanti vi sono anche la lingua, l’attualità ed evidenza del sito, la sua autorevolezza, e la località.

Svantaggi del Nuovo Metodo di Inserimento: Più Concorrenza

Lo smantellamento della necessità di richiedere l’inclusione a Google News vale per tutti i proprietari ed editori di siti, come abbiamo detto.

E questo significa che tutti hanno le stesse possibilità e che quindi è possibile che si verifichi anche un aumento della concorrenza: questo aspetto, però, determina ancora una volta non solo uno svantaggio, ma anche una opportunità per crescere e per lavorare con impegno e dedizione, allo scopo di far spiccare il volo al proprio sito web.

4 VIDEO+PDF: Scopri il Mio Metodo di Posizionamento SEO su Google Semplice, Passo Passo e Pratico, per TUTTI i Siti Web


CLICCA QUI E ACCEDI SUBITO AI VIDEO

Contattami ora!

Puoi contattarmi compilando il form qui sotto per avere informazioni sui miei servizi SEO, oppure manda un messaggio WhatsApp al n. 348 09 06 338

Acconsento al trattamento dei miei dati personali secondo l'Informativa Privacy

Filippo Jatta

About Filippo Jatta

Filippo Jatta è consulente SEO per liberi professionisti e imprenditori. Dottore magistrale in Organizzazione e Sistemi Informativi presso l'Università Luigi Bocconi di Milano, dal 2008 è SEO specialist. Aumenta traffico e visibilità online di blog, e-commerce e portali, posizionando siti web su Google. Offre servizi di posizionamento sui motori di ricerca e corsi SEO, sia base che avanzati.