Google: "Siti con URL divisi per mobile dovrebbero passare a Responsive"

Google: “Siti con URL divisi per dispositivi mobili dovrebbero passare alla modalità Responsive”

Secondo Google tutti i siti con URL separati per dispositivi mobili dovrebbero passare alla modalità responsive.

John Mueller di Google ha fatto di recente alcune dichiarazioni su Reddit: secondo lui, i siti che possiedono URL separati per dispositivi mobili dovrebbero mettersi all’opera per rendere i siti responsive, e cioè per mantenere le stesse identiche URL anche su versione mobile.

Secondo Mueller, questa implementazione è molto importante non tanto per un vantaggio SEO, quanto, invece, perché rende molto più semplice la manutenzione del sito e migliore la user experience.

Tra le sue dichiarazioni, vi è quella secondo la quale è chiaro che, ad un certo punto, i siti che hanno degli indirizzi URL distinti per i dispositivi mobili (smartphone, tablet) dovranno comunque effettuare questo passaggio.

Mueller ha detto che con la prima indicizzazione per dispositivi mobili, la raccomandazione è quella di integrare la versione mobile con la stessa dovizia con cui questa cosa viene eseguita per la versione desktop. E questo significa anche che è importante aggiungere il link alternativo-amphtml alla versione mobile (indicando la versione amp) e includere anche un riferimento alla versione mobile dalla versione amp.

La raccomandazione è stata fatta nonostante Google supporti il responsive web design, la pubblicazione dinamica e le URL separati per dispositivi mobili. Tuttavia, la parte responsive è molto più facile da controllare e gestire.

La discussione si trova su Reddit.

4 VIDEO+PDF: Scopri il Mio Metodo di Posizionamento SEO Semplice, Passo Passo e Pratico, per TUTTI i Siti Web

CLICCA QUI E ACCEDI SUBITO AI VIDEO

filippo.jatta@hotmail.it

<p>Filippo Jatta è consulente SEO per liberi professionisti e imprenditori. Dottore magistrale in Organizzazione e Sistemi Informativi presso l’Università Luigi Bocconi di Milano, dal 2008 è SEO specialist. Aumenta traffico e visibilità online di blog, e-commerce e portali, posizionando siti web su Google. Offre servizi di posizionamento sui motori di ricerca e corsi SEO, sia base che avanzati.</p>