Google ha annunciato che è lieta di annunciare il lancio di una nuova versione del rapporto sulle rimozioni nella Google Search Console, che, tra le altre cose, permette ai proprietari di siti di nascondere in maniera temporanea la visualizzazione di una pagina nei risultati di ricerca di Google.

Il nuovo rapporto fornisce anche informazioni sulle pagine del tuo sito che sono state segnalate tramite altri strumenti pubblici di Google.

Sono disponibili quindi al giorno d’oggi diversi strumenti per segnalare e rimuovere informazioni da Google, ed è quindi importante concentrarsi nello specifico su tre aree che faranno parte del nuovo rapporto di Search Console: rimozioni temporanee, contenuti obsoleti e richieste di filtro SafeSearch.

Rimozioni Temporanee: Cosa Sono?

Una richiesta di rimozione temporanea è un modo per far sì che vengano rimossi ed eliminati dei contenuti specifici sul tuo sito dai risultati di ricerca di Google. Ad esempio, se si dispone di un URL per cui è necessario rimuovere rapidamente la Ricerca Google, è necessario utilizzare questo strumento.

Una richiesta funzionale, versatile e sicura ha una durata di circa sei mesi, il che dovrebbe essere sufficiente per trovare una soluzione permanente.

Sono disponibili quindi due tipi di richieste:

  • La rimozione temporanea dell’URL, che nasconderà l’URL dai risultati della Ricerca Google, cioè dalle SERP, per circa sei mesi e cancellerà anche l’eventuale copia cache della pagina;
  • La cancellazione della cache degli URL, che elimina la pagina memorizzata nella cache e cancella lo snippet di descrizione della pagina nei risultati di ricerca fino a quando la pagina non viene nuovamente sottoposta a scansione.

Contenuti Obsoleti

Abbiamo specificato che vi sono anche delle specifiche parti relative ai contenuti obsoleti: questa sezione fornisce informazioni sulle richieste di rimozione effettuate tramite lo strumento di rimozione dei contenuti obsoleti, che può essere utilizzato da chiunque (e quindi non solo dai proprietari del sito) per aggiornare i risultati di ricerca mostrando informazioni che non sono più presenti all’interno di una data pagina: anche questo sarà uno strumento molto utile ed innovativo.

Filtro SafeSearch

La sezione del filtro SafeSearch nella Search Console mostra una cronologia delle pagine del tuo sito segnalate dagli utenti di Google come contenuti per adulti utilizzando lo strumento Suggerimenti di SafeSearch.

Gli URL inviati utilizzando questo strumento vengono esaminati e, se Google dovesse ritenere che questi contenuti debbano essere filtrati dai risultati di SafeSearch, essi vengono contrassegnati come contenuti per adulti.

4 VIDEO+PDF: Scopri il Mio Metodo di Posizionamento SEO su Google Semplice, Passo Passo e Pratico, per TUTTI i Siti Web


CLICCA QUI E ACCEDI SUBITO AI VIDEO

Contattami ora!

Puoi contattarmi compilando il form qui sotto per avere informazioni sui miei servizi SEO, oppure manda un messaggio WhatsApp al n. 348 09 06 338

Acconsento al trattamento dei miei dati personali secondo l'Informativa Privacy

Maria Pia Fracchiolla

About Maria Pia Fracchiolla

Maria Pia Fracchiolla è una web writer. Scrive e parla troppo (in quattro lingue diverse, tra queste il giapponese). Custodisce e sostiene una cura maniacale per le fonti, le migliori possibilmente. Prima di iniziare l’attività professionale di scrittura ha conseguito la maturità classica e studiato inglese, tedesco e spagnolo presso la Facoltà di Lingue e Letterature Straniere dell’Università Aldo Moro di Bari, dove si è laureata. Maria Pia scrive per blog, siti e social. Ama la cultura in genere, soprattutto nelle sue declinazioni artistiche, musicali, letterarie e antropologiche, senza disdegnare il piglio cool&smart delle tendenze attuali.