Primi su Google - SEO Filippo Jatta - Part 6

Il Mio Piccolo Blog Può Battere Siti Più Grandi?

Eccoci a un nuovo articolo di JFactor.it! Uno dei quesiti ricorrenti che mi fate, e che anche i miei clienti e chi segue il mio video corso di posizionamento sito su Google spesso mi pone è questo: “Ho avviato un piccolo sito web seguendo le tue indicazioni, e su Google ci sono molti siti grandi sull’argomento. Come posso ottenere ugualmente traffico?”

Chi meglio di Matt Cutts, uno dei cervelloni di casa Google, può illuminarci al riguardo? Ecco allora il suo nuovo video (rigorosamente in inglese), cui segue la mia (libera) traduzione e i suggerimenti del caso.

Scopri se il Tuo Sito E’ Penalizzato e Risolvi la Penalizzazione

Un sito web è penalizzato quando, nonostante sia autorevole (ovvero abbia buoni link) e di buona qualità (con contenuti interessanti e originali) non si posiziona bene sul motore di ricerca per le parole chiave che desideriamo.

Oggi ti mostro alcune le principali penalizzazioni algoritmiche, e delle raccomandazioni per uscirne.

Può capitare che un sito in prima pagina, ad esempio, sprofondi tutto d’un tratto giù nella serp (ovvero nei risultati di ricerca), finendo in decima pagina o oltre.

Ipotizziamo che il nostro bel blog meriti, per i propri valori onpage, offpage, e per altre caratteristiche (ad esempio l’età del dominio o il PR), una posizione diciamo in 1° o 2° pagina. E’ possibile però che a causa di una o più variabili “negative”, Google declassi il blog, portandolo anche oltre la millesima posizione. Quando notiamo che blog con ottime caratteristiche vengono sbalzati via in pagine lontanissime da quella in cui si trovavano, è probabile che vi sia stata una penalizzazione, manuale o legata a un algoritmo.

I Blog Comment Links Aiutano nel Posizionamento?

Riguardo il posizionamento SEO abbiamo già parlato su JFactor nello specifico dei link a pagamento e dei guest post. Concentriamoci oggi su un tipo molto usato (e abusato) di link: i commenti sui blog, o blog comment links per dirla all’americana.

Devo crearne tanti manualmente o posso usare dei software che lo fanno automaticamente? Ma soprattutto: alla luce dei nuovi algoritmi Panda e Penguin, questi link danneggiano il mio sito?

Iniziamo col precisare che ho suggerito l’utilizzo dei blog comments nell’articolo-guida alla link building. Al punto 4 dell’articolo trovi la voce “Commenti nei Blog“, che spiega cosa sono questi link e ti dà le indicazioni sull’utilizzo.

Paid Links: Sì o No?

In data 3 marzo 2014 il buon Matt Cutts ci ha offerto un nuovo video riguardante i paid links, ovvero i link a pagamento. Quando un sito di buona qualità e in tema con il nostro ci linka, Google prende questo link come una “raccomandazione”, un giudizio positivo, portando il nostro sito più in alto nelle ricerche.

Su JFactor abbiamo parlato nello specifico dei blog comment links e della pratica del guest posting. Ora vediamo come comportarci con i link a pagamento quando facciamo link building.

La Mia Video Consulenza SEO

Nel video che trovi qui sopra ho analizzato il sito web del dott. Massaro, chirurgo specialista di Milano.
Ha creato da solo il suo sito protesiancaeginocchio.com con l’obiettivo di apparire in prima pagina su Google per le ricerche “protesi anca” e “protesi ginocchio”.

Il dottore, anzichè affidarsi a un SEO specialist,  ha studiato la SEO di base da solo e poi ha seguito alcuni dei consigli che ho offerto sul mio questo blog, ottenendo discreti risultati.

Ha scritto degli articoli informativi sull’argomento trattato, e ha poi reso questi contenuti ottimizzati per Google utilizzando in particolare i 2 articoli sull’ottimizzazione SEO On-page e sulla link building.

Sono Filippo Jatta
. Sono un SEO Specialist presso