Posizionamento su Google: Costo e Risultati

Posizionamento Google Costo: Quanto Costa Posizionare un Sito Web?

Google è utilizzato ogni giorno, come motore di ricerca, da milioni di utenti. È il principale mezzo, infatti, attraverso il quale le persone cercano di entrare in possesso di informazioni di loro interesse o acquistano beni di varia natura.

Un buon posizionamento su Google, dunque, equivale ad avere un posto privilegiato in una sorta di vetrina sul mondo. Ma qual è il costo del posizionamento di un sito su Google? E quanto rende alla fine dei conti?

Quanto Può Rendere il Posizionamento su Google?

Se hai un attività di qualsiasi genere ti sarà sicuramente capitato di aver sentito la fatidica frase “ti offriamo posizionamento su Google” probabilmente ripetuta da operatrici di call center, amici, agenti, etc. etc. In realtà, però, il posizionamento su Google è solo uno dei passi da compiere per raggiungere una buona visibilità sul web.

L’attività di SEO, infatti, è molto complessa e articolata ed investire in questo campo può realmente portare ottimi risultati per la tua azienda. Non basta, dunque, avere un buon posizionamento su Google per ottenere clienti ed incrementare le proprie vendite. È necessario, infatti, che i visitatori del tuo sito web si trasformino in clienti (e le due cose sono molto diverse tra di loro).

Questo tipo di operazioni, tra cui il raggiungimento delle prime posizioni su Google, sono, ad ogni modo, complesse e perché queste riescano è necessario affidarsi ad un gruppo di professionisti che abbiano le doti e le competenze necessarie per raggiungere questo scopo. È un lavoro complesso, che ha bisogno di tempo e di correzioni continue, così da raggiungere la prima posizione su Google e, al tempo stesso, mantenerla.

Un’altra frase che avrai probabilmente sentito è “ti garantiamo il posizionamento su tutti i motori di ricerca”. Ecco, su questo c’è molta confusione. Un posizionamento in più motori di ricerca, infatti, non determina necessariamente maggiori clienti.

Ti basta pensare che in Italia il 95% delle ricerche avviene su Google e che il restante 5% se lo dividono circa 15 motori di ricerca. Questo significa che concentrare i propri sforzi nel comparire in quel 5% molto difficilmente genererà delle vendite.

Al contrario risulta decisamente importante, invece, posizionarsi su quel motore di ricerca che occupa quel restante 95%, ovvero su Google.

Ma quanto costa il posizionamento di un sito su Google?

Posizionamento su Google: Costi della SEO

costo posizionamento sito su google

Come ti ho già accennato il marketing sul web e la branca della SEO, in generale, sono degli ambiti molto complessi.

Proprio in ragione di questo, dunque, i prezzi sono commisurati al tempo e allo sforzo che il professionista al quale ti sei rivolto impiegherà per posizionarti per le principali parole chiave di tuo interesse, battendo così la tua concorrenza.

Un altro fattore determinante, dunque, per quanto riguarda il costo del posizionamento di un sito su Google è quanto siano competitive le parole chiave per le quali desideri posizionare il tuo sito web.

Parole chiave più competitive, infatti, richiederanno un lavoro più lungo e articolato e per questa ragione il costo sarà maggiore.

Al contrario, parole chiave con una competitività minore renderanno più facile il compito al posizionatore SEO che, per questa ragione, potrebbe richiedere per il lavoro una cifra più esigua.

Questo ragionamento è decisamente logico: più difficile sarà l’obbiettivo da raggiungere, maggiore sarà il prezzo che dovrai pagare.

 

In poche parole, dunque, i fattori che influenzano il costo del posizionamento su Google sono:

  • Il numero di parole chiave per le quali si desidera posizionarsi;
  • La competitività che ciascuna di esse ha su Google.

Ho pensato di creare dei video gratuiti, che possano aiutarti a ottenere dei buoni risultati di posizionamento anche facendo da te, senza bisogno di pagare costosi consulenti esterni.

Dà un’occhiata al video qui sotto e, se vuoi iniziare a posizionare il tuo sito, clicca sul bottone subito sotto.

Se invece vuoi proseguire con la lettura dell’articolo, passa oltre 🙂

VIDEO+PDF: Scopri il Mio Metodo Semplice, Passo Passo e Pratico, per QUALUNQUE Sito

4 Video GRATUITI+PDF: Registra il TUO sito su Google con la Mia Guida Passo-Passo, Anche Se Non Sai Programmare!

Clicca sul Pulsante Qui Sotto per Iniziare SUBITO!

CLICCA QUI E ACCEDI AI VIDEO GRATIS

Quanto Vale un Buon Posizionamento su Google?

Ma vale la pena di investire un’ingente somma di denaro per posizionare un sito su Google?

Per rispondere a questa domanda ti invito a prendere in esame alcuni fattori.

Il primo è il numero di persone che effettuano ricerche mensilmente sulla parola chiave di tuo interesse, il secondo, invece, dipende dalla posizione che occupa attualmente il tuo sito web in relazione alla stessa.

Ma come faccio a capire quante persone cercano le parole chiave di mio interesse?

Le varie agenzie di SEO, solitamente, utilizzano dei programmi per determinare questo fattore. Il più famoso di questi è il servizio offerto da Google Adwords, ma sul web se ne trovano parecchi.

Infine, un altro fattore da considerare è la posizione per la quale si va a lavorare. Perché, ovviamente, tra l’apparire in prima o in seconda pagina c’è una bella differenza e lo stesso tra la prima e la sesta posizione.

Secondo una ricerca recente, infatti, circa il 71,33% dei clic viene generato solo ed esclusivamente dalla prima pagina, il 3,99% dalla seconda, l’1,60% dalla terza in poi. Inoltre le prime 5 posizioni generano il 67,6% delle visite, mentre quelle dalla sesta alla decima solo il 3,73%.

Il primo posto su Google, dunque, genera da solo il 31,24% dei clic, circa la metà delle posizioni che vanno, invece, dalla seconda alla quinta.

Possiamo affermare, dunque, che il valore di un posizionamento su Google possa essere determinato dal numero di persone che ricercano la parola chiave di nostro interesse e dalla posizione che il tuo sito occupa nelle pagine dei risultati di ricerca.

Ma quanto rende, invece, un buon posizionamento?

Supponiamo che la parola chiave di nostro interesse sia “ristoranti pesce Roma” e che questa generi una media di circa 1000 richieste al mese. Se il vostro sito web, in questo caso, è posizionato al primo posto avrà una media di 300 visite al mese.

Anche se solo il 10% di questi utenti decidesse di visitare il ristorante in questione, questo avrebbe ben 30 nuovi clienti al mese.

Calcolando, dunque, un conto di circa 40 euro per due persone per ogni nuovo cliente, moltiplicandolo per un numero medio di volte in cui questi tornerà nel tuo ristorante, per ciascun nuovo cliente si avrà un guadagno annuo di circa 240 euro.

Se moltiplichiamo questi 240 euro per i 30 nuovi clienti al mese, parliamo di circa 79.000 euro in più di guadagno all’anno. Laddove, dunque, un’agenzia ti chiedesse 1.000 euro al mese per raggiungere la prima posizione per la parola chiave desiderata per te si tratterebbe, comunque, di una grossa rendita e, di conseguenza, di un ottimo investimento.

I conti cambiano radicalmente se la posizione che andrete ad occupare si trova tra la sesta e la decima.

In questo caso, infatti, le visite mensili sarebbero circa 37, per una media di 4 nuovi clienti all’anno, per un guadagno di 10.560 euro all’anno che, ovviamente, sarebbero un risultato ridicolo a fronte del pagamento di una cifra di 12.000 euro per il servizio in questione.

Credo che a questo punto tu abbia un’idea decisamente più chiara della situazione e ti starai, probabilmente, chiedendo quali certezze puoi avere riguardo al posizionamento che il tuo sito web andrà ad ottenere.

Nessuna agenzia di SEO realmente seria potrà mai decretare con certezza quale posizione andrà ad occupare il tuo sito web. Ovviamente, infatti, queste lavorano su più parole chiave e queste vanno a generare comunque traffico sul tuo sito web.

Supponiamo di scegliere 10 parole chiave (ad esempio: ristorante pesci Roma, Ristorante pesce Roma, ristorante pesce Roma centro, etc.) per un totale, quindi, di circa 5.000 richieste mensili. Difficilmente il posizionatore SEO riuscirà a guadagnare la prima posizione per tutte queste parole.

Al contrario, sarà più probabile che occupiate varie posizioni, che andranno dalla terza alla ventesima, magari con una o due parole per le quali potresti anche esserti posizionato in prima o seconda posizione.

Ma come determiniamo il valore in questo caso?

Se consideriamo che le posizioni dalla terza alla ventesima rappresentano circa il 30% di accessi su 5.000 richieste, parliamo di 1500 visite. Tra queste 900 visiteranno i siti che occuperanno le posizioni che vanno dalla terza alla quinta e solo 600 visiteranno quelle dalla quinta alla ventesima.

Se suddividiamo per il numero di posizioni alle quali facciamo riferimento, dunque, otterremo una media di 300 visite per le prime tre posizioni (900/3) e di 40 per le altre (600/15).

Se il tuo posizionamento, dunque, sarà tra la sesta e la ventesima posizione per tutte le dieci parole chiave in questione, il tuo rientro sarà di 4 clienti al mese, per un incasso mensile stimato di 960 euro.

Al contrario se, invece, il tuo sito riuscirà ad occupare le posizioni che vanno dalla terza alla quinta, si parlerà di 30 nuovi clienti al mese per un incasso stimato di circa 7200 euro mensili.

Un lavoro di questo genere, dunque, potrà portare un guadagno che andrà da un minimo di 10.000 euro ad un massimo di 80.000 euro. Sarà su queste cifre che dovrai decidere quanto investire, valutando, ovviamente, anche i fattori di rischio.

Alcuni importanti consigli

posizionamento google costo

Ti consiglio, inoltre, di tenere sempre a mente che:

  • Non devi fidarti di chi ti promette le prime posizioni (nessuno può avere la certezza al 100% di raggiungerla);
  • Devi sempre informarti, anche quando ti affidi ad un’agenzia, assicurandoti di conoscere i dati delle parole chiave, il numero di richieste e la concorrenza;
  • Per fare SEO bisogna essere professionisti e non ci si può improvvisare tali dalla mattina alla sera;
  • Devi calcolare sempre l’eventuale rientro del tuo investimento (se vuoi puoi seguire l’esempio fatto nel paragrafo precedente);
  • E' importante chiedere i report con costanza, così da tenere traccia della media di posizionamento nei risultati;
  • Investire un 20% in marketing è un tipo di investimento che ogni azienda seria deve valutare;
  • Il posizionamento su Google può sortire ottimi risultati, a patto, però, che tu affidi la tua azienda ed i tuoi soldi ad un professionista e non al primo che capita;
  • Il posizionamento non è tutto ma nell’era di internet è decisamente molto importante.

Il Costo del Posizionamento di un Sito su Google

Adesso che hai un’idea più chiara della SEO, in generale, ma anche del rendimento effettivo di questo tipo di operazioni, andiamo ad analizzare insieme i costi delle varie operazioni.

Partiamo, dunque, dal presupposto che un buon SEO deve saper gestire l’ottimizzazione SEO di un nuovo sito web, volto alla sua indicizzazione, migliorare la visibilità di siti web già online, implementare un network di siti e uscire da una penalizzazione Google Penguin 2.0. Ognuna di queste operazioni, ovviamente, avrà diversi tempi di realizzazione e, dunque, costi diversi.

Ecco alcuni esempi di operazioni e relativi costi del posizionamento di un sito su Google:

Quanto Costa la Consulenza SEO

La consulenza non è un'attività operativa, ma è volta a studiare il sito web, il suo business e i concorrenti, al fine di individuare e indicarei migliori obiettivi da perseguire.

Cosa include? Include l'analisi e lo studio dei seguenti elementi:

  • Attività di scrupolosa valutazione del codice e della struttura dei link all’interno del sito web, così da correggere gli eventuali errori che impediscono una corretta indicizzazione;
  • Scelta accurata delle parole chiave più indicate per un buon posizionamento organico su Google;
  • Analisi della situazione di ottimizzazione on site, per individuare come ottimizzare la struttura del sito web e la sua leggibilità per il motore di ricerca;
  • Attività della situazione di ottimizzazione SEO on page, per rendere le singole pagine del sito perfette e rilevanti per gli argomenti (e le parole chiave) scelte;
  • Indicazioni riguardo la SEO off page, come la creazione di link esterni (Link Building);
  • Suggerimenti per evitare penalizzazioni manuali o filtri algoritmici di Google;
  • Assistenza per il periodo di 2 mesi;
  • PDF di circa 40 pagine + allegati, redatto specificatamente per il sito web in esame;
  • Video chiamata di 2 ore circa per spiegare tutta l'analisi effettuata;
  • 2 mesi di assistenza via mail

Quanto costa?

Il costo è di 990€
Se non è necessaria la ricerca delle parole chiave perchè si vuol essere posizionati per parole chiave già scelte e selezionate, si procede con l'analisi del sito e della concorrenza. Il prezzo è di 650€.

 Costi di Ottimizzazione SEO On Site

Cosa include?

L’ottimizzazione SEO on site riguarda modifiche al codice del sito web e altre attività come:

  • L’ottimizzazione del codice e della struttura del sito web per rimuovere errori che causano un’indicizzazione non corretta;
  • Ottimizzazione della struttura, navigabilità e velocità di caricamento del sito web e inserimento delle parole chiave all'interno dei contenuti testuali, titoli, sottotitoli, meta description, etc
  • Ottimizzazione on page di 20 pagine selezionate

Al termine si avrà un sito web perfettamente ottimizzato per il motore di ricerca.

Quanto dura?

La sola attività di ottimizzazione SEO on page dura all’incirca 14 giorni lavorativi.

Il costo è di 650€ per siti vetrina, 990€ per blog, e di 1490€ per e-commerce e portali.

Ps: l'ottimizzazione non la scrittura di contenuti, che possono essere eseguiti a parte.

Pps: il costo dell'ottimizzazione può essere risparmiato se disponi di un programmatore che possa effettuare le modifiche al sito suggerite da me in fase di analisi.

Costi di Ottimizzazione Off Page e Link Building

Come ti ho già accennato nei paragrafi precedenti l’ottimizzazione SEO on page, in molti casi, non è sufficiente per riuscire a raggiungere la prima pagina su Google.

Al contrario può essere necessario un accurato lavoro di Link Building per far accrescere la popolarità del sito web in questione e, di conseguenza, il suo ranking agli occhi di Google.

L'obiettivo è quello di ottenere dunque link da siti web di qualità, che siano coerenti con il sito da posizionare.

Collaboro con redattori di testate giornalistiche, di blog di qualità e portali autorevoli.

Non utilizzo link di scarsa qualità, che sono inutili se non dannosi. Preferisco privilegiare la qualità alla quantità.

Quanto dura?

Non c'è un tempo minimo, ma i primi risultati arrivano generalmente dopo i 3 mesi.

Quanto costa la link building?

Il prezzo di partenza per tale servizio è di 290€ al mese.

 

 

Quanto Costa la Prima Pagina su Google?

In linea di massima, dunque, come abbiamo visto anche nei paragrafi precedenti, pare evidente che la pagina alla quale dobbiamo puntare è la prima dei risultati di ricerca per la parola chiave di nostro interesse e che, invece, finire in seconda o in terza pagina non aumenterà in maniera significativa la nostra visibilità.

La prima domanda che dovete porvi, dunque, è “chi visita il mio sito web?” o “come arrivano gli utenti sulle pagine che propongo?”. Se il tuo sito, nonostante abbia una grafica ineccepibile o una struttura perfetta, ha visite pari a zero, allora è necessario lavorare sul posizionamento perché il segreto di una buona visibilità risiede nella prima pagina di Google.

La chiave di un buon lavoro di posizionamento risiede nel codice sorgente del sito, nella velocità di apertura delle pagine, nella stesura di contenuti e utilizzo di foto, nell’integrazione di pagine social, nell’interazione con i clienti e nella visione d’insieme, nella navigabilità e in una grafica sobria e che renda più facile la navigazione.

È fondamentale, per riuscire a raggiungere la prima pagina su Google, che il cliente si senta a proprio agio sul sito, che i testi siano chiari ed esaustivi e che il sito risponda esattamente alle esigenze di ricerca del cliente. Sì, ma quanto costa raggiungere la tanto agognata prima pagina di Google?

Riuscire ad arrivare in prima pagina su Google ha, ovviamente, costi elevati perché per riuscire a raggiungere questo risultato bisogna prima di tutto partire da un sito performante nel suo insieme. Poi, per determinare il prezzo con esattezza, bisogna capire con che tipo di argomento abbiamo a che fare, quanto questo sia inflazionato sul web e da quale tipo di ricerca, eseguita dal visitatore medio, può essere trovato il sito in questione.

In realtà è molto importante che queste domande vengano poste anche in fase di costruzione dello stesso sito web, così da risparmiare denaro e tempo. Nei casi in cui si debba intervenire sul sito per risolvere eventuali errori ed ottimizzarne la struttura comunque va considerato un costo aggiuntivo dedicato a questa operazione che servirà a farci arrivare in prima pagina su Google.

I costi per arrivare in prima pagina, dunque, si dividono in costi tecnici, costi strategici e costi pubblicitari. Se nell’analisi iniziale emerge che il prodotto che vendiamo non è molto approfondito nel web, allora converrà avviare uno studio di marketing per riuscire ad inserire nei contenuti argomenti interessanti e relative foto, in caso contrario la strategia dovrà essere differente.

Ciò che influenza il costo del posizionamento su Google, dunque, sono i seguenti fattori:

  • La parte tecnica del sito;
  • Il settore nel quale si deve operare;
  • La concorrenza riscontrata all’interno del settore stesso.

Una grande concorrenza, però, non deve essere sempre vista negativamente, dato che nessuna azienda sarà esattamente identica alla nostra e anche in un settore saturo potremo comunque farci spazio e guadagnarci nuovi clienti.

L’analisi di settore è, dunque, necessaria per individuare potenziali sbocchi per riuscire a far conoscere il nostro prodotto e il nostro lavoro. La concorrenza, dunque, non deve farci assolutamente paura, dato che il nostro prodotto avrà sicuramente caratteristiche che lo differenzieranno dai diretti concorrenti.

 

Arrivare in prima pagina su Google è il risultato di un analisi teorica nella quale si individuano le possibili finestre lasciate aperte dalla concorrenza.

Ovviamente questa analisi dettagliata ha un suo costo e, quando si decide di risparmiare sul posizionamento su Google, si rinuncia a questo aspetto, facendo scendere di molto le probabilità di riuscire ad arrivare in prima pagina su Google (se non conosci il tuo avversario, infatti, come puoi batterlo?).

Inoltre non va dimenticata la fase successiva al raggiungimento della prima pagina.

Il sito, infatti, deve essere curato costantemente, grazie all’inserimento di nuovi testi, immagini ed argomenti, sempre aggiornati, o all'aumento della popolarità del sito, tramite tecniche di link building. Per arrivare in prima pagina su Google, e mantenere questa posizione, è necessario investire nel proprio sito.

Come Calcolare i Costi per una Campagna di Posizionamento SEO

Ti ho appena fornito, dunque, una panoramica dei costi per riuscire a raggiungere la prima pagina su Google. Ma come possiamo, in linea di massima, determinare i costi per una campagna di posizionamento SEO su Google? Come facciamo a capire quanto costa il raggiungimento di un obbiettivo e il suo mantenimento?

Innanzitutto, come abbiamo già accennato nei paragrafi precedenti, bisogna tenere conto delle seguenti variabili:

  • CPC medio della parola chiave;
  • Volume delle ricerche mensili;
  • CTR medio per le prime posizioni.

Facendo un esempio concreto, dunque, ipotizziamo di avere un blog di cucina che desideriamo arrivi tra le prime quattro posizioni quando digitiamo la keyword “blog di cucina”. A questo punto cerchiamo la parola chiave sul keywords tool di Google Adwords che mi fornisce le seguenti informazioni:

  • Il volume di ricerche mensili globali è di 2900 euro;
  • Il CPC medio è di 0,56 euro.

L’unico valore che ci manca è il click trough rate (CTR) medio di una posizione al vertice, che ci viene fornito gratuitamente dalla società Chitika Insight che ha effettuato uno studio sull’argomento, constatando che il 34,45% dei clic va a finire sul primo risultato, il 16,96% dei clic sul secondo risultato e così via. La percentuale di utenti che cliccano sui primi 4 risultati è del circa 73,46%. A questo punto, dunque, ambisco a piazzare il mio sito tra la seconda e la quarta posizione e, di conseguenza, alla percentuale del 73,46% sottraggo la prima posizione (34,35%), ottenendo così una percentuale del 39,11% che per comodità approssimo al 39%. Il CTR medio, dunque, del nostro obbiettivo è del 39%.

Una volta, quindi, stabiliti i valori di nostro interesse andiamo ad applicare la seguente formula:

COSTO SEO = 12 x Volume_Ricerca x CRT_medio/100 x CPC_medio

Laddove il valore 12 è relativo al mantenimento del risultato per un periodo di 12 mesi, ovvero di un anno. Applicando questa formula ai nostri dati, dunque, avremo:

Lavoro_SEO = 12 x 2900 x 0,39 x 0,56 = 7.600 euro (per un anno di lavoro)

Ovviamente questo risultato è solo una stima che non tiene conto di alcuni fattori, ma che comunque può risultare estremamente comodo per avere un idea orientativi dei costi rispetto al risultato di posizionamento su Google che vogliamo ottenere. Ritengo personalmente questa formula molto utile, una sorta di bussola per orientarsi tra le mille offerte di posizionamento SEO, con altrettanti costi diversi, presenti sul web.

 

Come Posizionare un Sito su Google con un Budget Ridotto

Adesso che la panoramica è completa, ti sarà sicuramente chiaro che i costi del posizionamento sono abbastanza alti. Ma cosa fare se non si dispone di un budget del genere? È possibile posizionare un sito a prezzi “da barbone”?

Non ti nascondo che spesso ricevo richieste di consulenza per il posizionamento di siti web e la prima domanda che mi viene posta è: “Quanto costa posizionare il mio sito su Google?”.

Spesso e volentieri non mi forniscono ulteriori dettagli, nemmeno l’indirizzo del sito, ma si limitano a pormi questa fatidica domanda, senza sapere, evidentemente, che, come ti ho già illustrato nei paragrafi precedenti, è indispensabile essere in possesso di una serie di informazione per elaborare un preventivo.

Il motivo di questo genere di atteggiamento risiede, a mio parere, nel fatto che ci sia ancora scarsa conoscenza dell’argomento SEO e che l’utente medio sia convinto che posizionare un sito su Google sia qualcosa di veloce, economico e a prezzo fisso.

Come sappiamo, invece, ci sono diverse variabili che influenzano il costo, quali la difficoltà e il numero delle parole chiave (ovviamente arrivare in prima pagina per parole con alta concorrenza è davvero difficile e richiede molto lavoro).

Se un cliente con un piccolo albergo mi chiede di posizionarsi in prima pagina per la parola chiave “hotel” ovviamente l’impresa è abbastanza difficile e oserei dire anche inutile, dato che gli utenti interessati al suo tipo di hotel non si limiteranno mai ad inserire questa parola chiave nella barra di ricerca, ma inseriranno magari la zona e la tipologia di struttura alberghiera ricercata.

Altro fattore fondamentale è la competitività di settore, dato che presumibilmente più alta sarà, più alto sarà il costo (anche se ci sono settori pochi competitivi dove è comunque difficile emergere dato che le prime posizioni vengono occupate sempre dai soliti siti noti), e tanti altri ancora (come abbiamo visto nei paragrafi precedenti).

Cosa possiamo fare, dunque, quando abbiamo un budget ridotto?

Prima di tutto possiamo agire sulle parole limitrofe a quella principale (che quindi richiederanno un lavoro meno complesso, che avrà per questo un prezzo più abbordabile).

Dopodiché potete abbattere i costi, occupandovi di svolgere in prima persona, quelle operazioni che sono comunque fondamentali ma che, con un po’ di applicazione possono essere svolte anche non da un professionista (come ad esempio il copywriting).

Un’altra opzione potrebbe essere rappresentata dal mio corso SEO online, che potrebbero essere decisamente risolutivi in casi di questo genere, e si è rivelato una scelta vincente in molti casi.

filippo.jatta@jfactor.it

<p>Filippo Jatta è consulente SEO per liberi professionisti e imprenditori. Dottore magistrale in Organizzazione e Sistemi Informativi presso l’Università Luigi Bocconi di Milano. Dal 2008 aumenta traffico e visibilità online di blog e ecommerce, posizionando siti web in prima pagina su Google. Offre servizi di posizionamento sui motori di ricerca e corsi SEO, sia base che avanzati.</p>

Nessun Commento

Inserisci un commento