Google offre ai proprietari dei siti la possibilità di personalizzare il modo in cui i loro contenuti vengono visualizzati in anteprima nei risultati di ricerca.

Per impostazione predefinita, Google ha sempre creato gli snippet di ricerca in base alle query degli utenti e ai tipi di dispositivi che utilizzano.

Prima non c’era spazio per la personalizzazione. Era possibile avere un solo snippet testuale oppure niente.

Ora, Google sta introducendo diversi metodi che consentono di ottenere una configurazione più dettagliata dei contenuti in anteprima per le pagine web.

Questi nuovi metodi includono sia l’utilizzo di un meta tag robot che di un nuovissimo tipo di attributo HTML.

Ecco, qua di seguito, ulteriori informazioni attinenti a ciascuno dei metodi suddetti.

Configurazione degli Snippet di  Ricerca Con i Meta Tag Robot

I contenuti mostrati nelle anteprime degli snippet di ricerca possono ora essere configurati utilizzando i meta tag robot.

I seguenti meta tag robot possono essere aggiunti a una pagina HTML o specificati tramite l’intestazione HTTP x-robots-tag:

  • “Nosnippet” : questa è un’opzione già esistente utile a specificare che non si desidera visualizzare nessuno snippet testuale;
  • “Max-snippet: [number]” (NEW) : specifica una lunghezza massima del testo (in caratteri) di uno snippet;
  • “Max-video-preview: [number]” (NEW) – Specifica una durata massima in secondi di un’anteprima video animata;
  • “Max-image-preview: [setting]” (NEW) – Specifica una dimensione massima dell’anteprima dell’immagine da mostrare per le immagini in questa pagina, usando “none”, “standard” o “large”.

È inoltre possibile combinare i meta tag robot sopra indicati, come nel seguente esempio:

<meta name = “robots” content = “max-snippet: 50, max-image-preview: large”>

Il Nuovo Attributo HTML Data-Nosnippet

Google sta introducendo un modo tutto nuovo per limitare le parti delle pagine mostrate in anteprima all’interno dei risultati di ricerca.

Il nuovo attributo HTML “data-nosnippet” su span, div ed elementi di sezione può impedire che parti alcune specifiche di una pagina HTML vengano mostrate all’interno dello snippet testuale, nei risultati di ricerca.

In altre parole: se si vuole impedire a Google di diffondere troppi contenuti nei risultati di ricerca, si ricorrerà a questo metodo.

Ecco un esempio:

<p> <span data-nosnippet> Paolo Maldini </span> è il terzino più forte della storia del calcio. </p>

In questo esempio, se qualcuno cercasse una query come “il terzino più forte della storia del calcio”, l’attributo HTML impedirebbe a Google di dare la risposta (Paolo Maldini) nei risultati di ricerca.

Cosa Devono Sapere i SEO e i Proprietari dei Siti

Ecco una carrellata di informazioni utili circa questi cambiamenti.

Non vi è stata alcuna modifica sui risultati in SERP: questo aggiornamento influirà solo sulla visualizzazione degli snippet all’interno dei risultati di ricerca. Google conferma che queste impostazioni non avranno alcun impatto sul ranking di ricerca.

A seconda di come il proprietario del sito sceglierà di configurare queste impostazioni, ci sarà un certo impatto  sul CTR, che potrebbe quindi influire sul traffico.

Ma questo non è affatto correlato al ranking di ricerca.

Quando Saranno Attivi i Nuovi Snippet?

Le impostazioni di anteprima per i meta tag robot diventeranno effettive da metà a fine ottobre 2019. Potrebbe volerci una settimana per effettuare il completamento dell’implementazione globale una volta avviato il tutto.

L’attributo HTML data-nosnippet sarà efficace entro la fine dell’anno. Non è stato fornito un intervallo di tempo specifico per questa specifica impostazione.

Gli Snippet Influenzeranno i Rich Results?

Il contenuto di dati strutturati idonei  alla visualizzazione come risultato completo non sarà influenzato da nessuna di queste nuove impostazioni.

I proprietari dei siti hanno già il controllo sui contenuti visualizzati in risultati dettagliati in base a ciò che scelgono di includere nei dati strutturati stessi.

Saranno Influenzati i Featured Snippet?

Gli snippet in primo piano dipendono dalla disponibilità del contenuto dell’anteprima. Quindi, se si limita il contenuto di anteprima potrebbe non essere più idoneo a essere visualizzato come featured snippet.

Il numero minimo di caratteri richiesti per uno snippet in primo piano varia in base alla lingua, ragion per cui Google non è in grado di fornire una lunghezza esatta dello snippet massimo e garantirne l’idoneità.

Si Può Sperimentare la Lunghezza dello Snippet?

I proprietari dei siti possono tranquillamente modificare queste impostazioni, in qualsiasi momento, regolandole in base alle proprie necessità.

Ad esempio, se determini la lunghezza massima di uno snippet e successivamente decidi che preferiresti visualizzare uno snippet ancor più lungo, ti basterà semplicemente modificare l’attributo HTML.

Google osserva che questi nuovi metodi di configurazione delle anteprime degli snippet di ricerca funzioneranno allo stesso modo degli altri risultati visualizzati. Se le impostazioni vengono modificate, le nuove preferenze verranno visualizzate nei risultati di ricerca la prossima volta che Google eseguirà la scansione della pagina.

Si Tratta di Suggerimenti o Direttive?

Queste nuove impostazioni non dovranno esser considerate alla stregua di meri suggerimenti.

Google si atterrà pienamente alle preferenze mostrate dai proprietari del sito, come specificato nei meta tag robot e/o nell’attributo HTML.

Ci Sono Differenze tra Mobile e Desktop?

Le preferenze circa l’anteprima verranno visualizzate sia sui risultati di ricerca in versione mobile che su quelli in versione desktop.

Se un sito prevede delle versioni (mobile e desktop) separate, allora sarà necessario utilizzare lo stesso markup su entrambi i fronti.

Queste opzioni adesso sono già disponibili per i proprietari dei siti, tuttavia le modifiche non si interesseranno i risultati di ricerca prima della metà o della fine di ottobre.

4 VIDEO+PDF: Scopri il Mio Metodo di Posizionamento SEO su Google Semplice, Passo Passo e Pratico, per TUTTI i Siti Web


CLICCA QUI E ACCEDI SUBITO AI VIDEO

Contattami ora!

Puoi contattarmi compilando il form qui sotto per avere informazioni sui miei servizi SEO, oppure manda un messaggio WhatsApp al n. 348 09 06 338

Acconsento al trattamento dei miei dati personali secondo l'Informativa Privacy

Simona Mastromarino

About Simona Mastromarino

Sono una webwriter freelance laureata in comunicazione e specializzata in Luxury Hotel Management. Dall’animo un pizzico wild, ho da sempre una passione non troppo segreta per la scrittura artistica e per la cultura giapponese.