MythBusters: Sfatiamo i Miti della SEO (insieme a Matt Cutts!)

MythBusters: Sfatiamo i Miti della SEO (insieme a Matt Cutts!)

Le Leggende Metropolitane della SEO

Sempre più gente ormai lavora nel campo del posizionamento SEO, e se ne sentono un po’ di tutti i colori. Esperti, presunti esperti, gente che magari ha letto qua e là qualche informazione, e totali incompetenti.

Con questo miscuglio di voci è inevitabile che si creino veri e propri miti e leggende, riguardanti quello che serve per posizionare un sito su Google.

Mi trovo spesso a discutere di molte teorie e fantasie SEO durante le mie lezioni private, nel corso SEO online e quando mi confronto con colleghi.

Ho voluto quindi sviscerarne alcuni in questo articolo.

In questo video però Matt Cutts ci parla di alcuni falsi miti, di diffuse dicerie riguardanti il SEO. Dato che ci sono degli spunti interessanti ti propongo il video in questione, seguito dalla mia analisi. Buona visione, a tra poco!

Con Adwords il Sito Migliorerà il Proprio Posizionamento Organico

Altre volte invece si dice il contrario, ovvero che se non si comprano ads, il sito avrà un posizionamento migliore. Insomma a volte vien detto che Google vuol obbligare i proprietari dei siti a spendere in pubblicità per avere visibilità, al fine di avere un maggiore ritorno economico.

Falso: la verità, dice Matt, è che Google vuole semplicemente fornire i migliori risultati possibili e rendere gli utenti (ovvero la gente che usa Google) soddisfatta.

La mia opinione: Matt dice il vero, acquistare o meno ads non migliorerà, nè peggiorerà, il posizionamento. La vera ricchezza di Google è l’enorme numero di utenti e navigatori che usufruiscono del loro servizio. Quasi tutti ormai utilizziamo Google come motore di ricerca per navigare. Questo perchè Google fornisce buoni risultati, che ci soddisfano. Grazie alla soddisfazione dell’utente Google è ora una potenza mondiale, e può guadagnare vagonate di denaro dalla pubblicità a pagamento.

Obbligando i proprietari dei siti internet a pagare per comparire sul motore di ricerca quello che si otterrebbe, nel medio periodo, è un peggioramento dei risultati. Che porterebbe noi comuni utenti a utilizzare Bing o altri servizi di ricerca online, e a smettere di usare Google. Quindi se ne breve periodo obbligare i webmaster a comprare pubblicità aumenterebbe gli incassi di Google, nel medio-lungo periodo assolutamente no. La risposta di Matt è assolutamente coerente, e veritiera.

Sui Forum la Gente Spiega Davvero Come Posizionarsi in Prima Pagina su Google

Falso: Matt dice che ci sono moltissimi forum, più o meno famosi (soprattutto statunitensi), in cui la gente spiega di volta in volta i metodi per fare il miglior SEO. A seconda dei periodi la gente dice che usando directory, o guest posting, o altro ancora, si ottiene un posizionamento garantito. Se qualcuno davvero conoscesse il modo di posizionarsi su Google non lo direbbe, e lo terrebbe a proprio vantaggio, sfruttandolo per sè.

La mia opinione: Matt dice in buona parte la verità. Su internet ci sono migliaia di forum riguardanti il SEO, e per mia esperienza si dividono in due tronconi principali. In un primo troncone ci sono forum in cui tutti tirano fuori metodi assurdi per fare SEO. Si tratta quasi sempre di ciarlatani, che senza aver mai ottenuto alcun risultato, senza aver mai posizionato neanche un sito, sfrutta l’ingenuità altrui per rivendere servizi (spesso low-cost) assolutamente inutili e spesso dannosi per i nostri siti. Mi riferisco a molti forum soprattutto statunitensi.

Un altro troncone di forum sul SEO riguarda invece quei forum in cui la gente davvero si aiuta, scambia informazioni e si dà una mano l’un l’altra. Forum in cui nessuno si erige a gran maestro, e nei quali è possibile trovare diverse indicazioni utili e supporto. D’altra parte anche su questi forum è mooooolto difficile trovare qualcuno che davvero spieghi i propri metodi. Vengono infatti condivise tantissime informazioni utili, viene spiegato tanto, ma per forza di cose questi strumenti non possono essere completi.

I blog non sono da meno in quanto a miti: ci sono una tonnellata di siti internet sul SEO, ognuno con le proprie teorie. Io personalmente ne seguo moltissimi, ma sono solo una manciata le mie vere fonti di informazione. Associo queste poche selezionate fonti con i miei esperimenti, per riuscire a trovare un mio metodo di posizionamento, usando la mia testa. E’ questa una raccomandazione che mi sento di fare a tutti i SEO: scegliere con cura le proprie fonti e affiancarvi esperimenti personali e il proprio cervello.

Esistono Software che Portano il Tuo Sito in Prima Pagina su Google

Falso: Matt dice che non esistono software che possono da soli portare il tuo sito in prima pagina, anzi molti possono essere dannosi e portare a penalizzazioni. Matt spiega che se qualcuno facesse tanti soldi online con un software non lo condividerebbe mai. Se qualcuno millanta di fare vagonate di denaro grazie a un programma, e mette in vendita questo programma, probabilmente tanti soldi non ne fa, e il programma in questione non dà grandi risultati.

La mia opinione: Matt dice la verità, ma non era così fino a poco tempo fa. Spiego bene. Esistono davvero tantissimi programmi che da soli ottimizzano il tuo sito, e poi creano migliaia di link. Programmi che promettono l’impossibile per una modica cifra. Anche alcuni dei miei lettori a volte mi contattano, chiedendomi se vale la pena acquistare o meno un determinato prodotto.

Non comprare niente. Non acquistare programmi che promettono al tuo sito di scalare Google in poco tempo, non esistono. Matt dice il vero: software del genere non ce ne sono. Però… C’è un però.

Nella link building fino a un paio d’anni fa Google dava molta più importanza alla quantità di link che un sito riceveva, rispetto alla qualità. Ci sono molti software automatici che permettono di creare migliaia di link in poco tempo (tutti di scarsissima qualità, si intende).

Questi software ora non funzionano più, ma ti dico che fino a un paio d’anni fa si poteva usare un programma, Article Marketing Robot, che da solo faceva letteralmente schizzare in prima pagina i miei siti, anche per parole chiave difficilissime. Non comprare assolutamente più questo programma: non serve più a nulla. Ma ad onor della cronaca bisogna dire che quello che ha detto Matt è vero al giorno d’oggi. Ma fino a qualche tempo fa non era così.

filippo.jatta@jfactor.it

Filippo Jatta è consulente SEO per liberi professionisti e imprenditori. Dottore magistrale in Organizzazione e Sistemi Informativi presso l'Università Luigi Bocconi di Milano. Dal 2008 aumenta traffico e visibilità online di blog e ecommerce, posizionando siti web in prima pagina su Google. Offre servizi di posizionamento sui motori di ricerca e corsi SEO, sia base che avanzati.

No Comments

Post a Comment







close

vuoi più visibilità sui motori di ricerca?