Fattori SEO: la Tavola Periodica Completa

La tavola periodica dei fattori SEO

tavola periodica seo

La tavola periodica 2015

Search Engine Land ha pubblicato la tavola periodica dei fattori SEO 2015.

Si tratta di un tentativo (piuttosto riuscito e apprezzabile) di sintetizzare i principali elementi che permettono di posizionarsi bene su Google. Trovi qui sopra la tavola (per scaricarne il pdf clicca qui).

In questo articolo voglio mostrarti come leggere la tavola, e dare una panoramica sui principali fattori che Google usa per posizionare i siti web.

Come leggere la tavola

Ecco come leggere la tavola, più una breve disamina degli elementi costituenti.

Innanzitutto la tavola è divisa in due parti, On the page SEO (riguardante quindi gli elementi propri del sito web) e Off the page Seo (riguardante gli elementi esterni al sito)

Gli elementi, ovvero i fattori SEO, sono inoltre suddivisi in 7 categorie, 3 delle quali relative all’On Page e 4 all’Off Page.

Categorie on page:

  1. Content: elementi relativi ai contenuti presenti all’interno del sito (qui informazioni sul corso WordPress)
  2. Architecture: specifiche peculiarità tecniche del sito per migliorare e velocizzare un sito, l’utilizzo di protocolli Https, ecc
  3. Html: modalità con le quali sono scritte le pagine Html, ad esempio i titoli, le descrizioni, ecc

Categorie off page:

  1. Trust: fattori che influenzano la credibilità e autorevolezza del sito
  2. Links: quantità e qualità dei link in entrata
  3. Personal: caratteristiche peculiari del sito web, come la il Paese di riferimento, ecc
  4. Social: fattori relativi alla presenza social del sito web

Il peso dei fattori

Ogni casella di testo ha una sigla composta da due lettere, e al di sotto di ciascuna viene chiarito il significato. Per esempio il primo elemento in alto a sinistra fa parte dell’On-Page, e la sua sigla è “Cq”. Per ogni fattore la prima lettera della sigla indica la categoria di appartenenza (infatti in questo caso la prima lettera è la “C”, in quanto l’elemento fa parte della categoria “content”). La seconda lettera invece (nel nostro caso la “q”) indica il fattore specifico, in questo caso “quality”. Ecco che quindi dalla combinazione tra la categoria “content” e il fattore “quality” la sigla del fattore è “Cq”. Tale metodo è applicato per ciascun fattore.

Ogni casella presenta poi un numeretto in alto a destra, che va da +3 a -3.

Gli elementi con peso +3 sono quelli più influenti, che maggiormente determinano i risultati a livello SEO. Seguono quelli con valore +2 e +1.

Vi sono poi fattori negativi, in questo caso il valore va da -3 (per i più dannosi) a -1 (per quelli meno dannosi). Per i fattori dannosi la prima lettera della sigla di ogni elemento sarà sempre la “V”.

I singoli fattori SEO: una rapida panoramica

Andiamo ora a vedere uno per uno tali fattori.

On page, categoria content

Cq: Quality: le pagine del sito sono ben scritte e di qualità?

Cr: Research: hai fatto una ricerca delle parole chiave affinchè le persone trovino i tuoi contenuti?

Cw: Words: hai inserito nel tuo sito parole e frasi grazie alle quali la gente potrebbe trovarti?

Cf: Fresh: le tue pagine sono aggiornate e riguardanti argomenti ricercati?

Cv: Vertical: hai immagini, video, mappe e altri elementi che possono dare maggior risalto al tuo sito nelle SERP?

Ca: Answers: i tuoi contenuti sono usate dal motore di ricerca per offrire le “direct answers”?

On page, categoria architecture

Ac: Crawl: Google può effettuare effettuare senza problemi il crawling del sito?

Ad: Duplicate: il sito presenta contenuti duplicati?

Am: Mobile: il tuo sito è ottimizzato per i dispositivi mobile?

As: Speed: il tuo sito carica velocemente?

Au: Urls: i tuoi Urls sono ottimizzati per alcuni termini specifici?

Ah: Https: offri la connessione sicura con parametro Https ai tuoi visitatori?

Vc: Cloaking: mostri a Google risultati differenti da quelli che mostri ai visitatori del tuo sito, ingannando così il motore di ricerca riguardo i tuoi veri contenuti?

On page, categoria HTML

Ht: Titles: i tuoi title tags contengono parole chiave rilevanti?

Hd: Description: le tue description tag descrivono appropriatamente i contenuti delle pagine?

Hs: Structure: usi le structured data?

Hh: Headers: usi i tag H1, H2 e H3 in maniera appropriata?

Vs: Stuffing: riempi i tuoi contenuti con troppe parole chiave?

Vh: Hidden: cerchi di nascondere i contenuti delle tue pagine rendendo ad esempio le scritte dello stesso colore dello sfondo? Questo è un modo per mostrare al motore di ricerca contenuti diversi da quelli dei visitatori, in quanto il motore di ricerca legge anche le parole scritte per esempio in bianco su sfondo bianco, mentre il lettore no.

Off page, categoria trust

Ta: Authority: link, condivisioni e altri fattori rendono il tuo sito autorevole?

Te: Engage: i tuoi visitatori apprezzano i tuoi contenuti oppure no? Si fa riferimento al tempo medio di visita, al bounce rate, ecc

Th: History: si tratta di un vecchio dominio, che da molto tempo opera allo stesso modo?

Ti: Identity: il sito autori identificati?

Vd: Piracy: il sito è stato segnalato per diffusione di materiale pirata?

Va: Ads: il sito presenta troppe pubblicità above the fold?

Off page, categoria link

Lq: Quality: i link in entrata provengono da siti di qualità?

Lt: Text: le anchor text dei link sono ottimizzate?

Ln: Number: hai molti link in entrata?

Vp: Paid: hai acquistato link (acquistare link è contro il regolamento di Google)?

Vl: Spam: hai link provenienti da siti di bassa qualità?

Off page, categoria personal

Pc: Country: il sito è localizzato nello stesso stato che ne rappresenta il target? Esempio: se il mio sito è italiano e pensato per italiani, il sito è localizzato in Italia?

Pl: Locality: come prima, ma per città o area geografica.

Ph: History: qualcuno visita regolarmente il sito?

Ps: Social: qualcuno ha inserito il sito tra i preferiti?

Off page, categoria social

Sr: Reputation: il tuo sito è condiviso sui social?

Ss: Shares: il tuo sito ha molte condivisioni sui social?

Come sfruttare queste informazioni

Come mostrato dalla tavola i fattori determinanti sono molteplici. E’ quindi importante non focalizzare la propria attenzione su un solo fattore, ma migliorare ogni aspetto, On e Off page, del sito, per aumentare di visibilità su Google.

4 VIDEO+PDF: Scopri il Mio Metodo di Posizionamento su Google Semplice, Passo Passo e Pratico, per TUTTI i Siti Web

CLICCA QUI E ACCEDI AI VIDEO GRATIS

filippo.jatta@jfactor.it

<p>Filippo Jatta è consulente SEO per liberi professionisti e imprenditori. Dottore magistrale in Organizzazione e Sistemi Informativi presso l’Università Luigi Bocconi di Milano. Dal 2008 aumenta traffico e visibilità online di blog e ecommerce, posizionando siti web in prima pagina su Google. Offre servizi di posizionamento sui motori di ricerca e corsi SEO, sia base che avanzati.</p>

Nessun Commento

Inserisci un commento