In questo video-articolo ti mostro come portare la scheda Google My Business della tua attività in prima pagina su Google.

Sto per mostrarti i singoli fattori di posizionamento local SEO su Google maps, sui quali potrai immediatamente lavorare per ottenere una maggiore visibilità e far sì che gli utenti comunichino ed interagiscano facilmente con te attraverso questo strumento che può diventare la tua principale risorsa pubblicitaria online.

Ho creato 4 video gratuiti in cui ti spiego il mio esatto metodo per migliorare il posizionamento SEO sui motori di ricerca e su Google Maps, per permetterti di ottenere i miei stessi risultati.

Scaricali gratuitamente cliccando sul pulsante sotto il video, e inizia questo percorso con me. Altrimenti, continua la lettura dell’articolo più in basso.

4 VIDEO+PDF: Scopri il Mio Metodo di Posizionamento su Google Semplice, Passo Passo e Pratico, per TUTTI i Siti Web

CLICCA QUI E ACCEDI AI VIDEO GRATIS

 

Per vedere la video guida, guarda il video qui sotto. Se preferisci la versione scritta (che è più completa e ricca), continua a leggere più in basso.

Qui dò per scontato che tu abbia già effettuato la registrazione per iscriverti al servizio di Google My Business. Se non l'hai ancora fatto, leggi l'articolo che ti mostra come apparire su Google Maps.

Se ti sei già registrato su Google My Business, continua la lettura per portare la scheda creata in prima pagina.

Iniziamo subito, allora!

I 3 Fattori per Migliorare il Posizionamento su Google Maps (Local SEO)

Spesso quando cerchiamo qualcosa in Google compaiono in prima pagina molti risultati locali, accompagnati da "mappe", che mostrano anche indirizzo, città, numero di telefono e altre informazioni utili.

Questo accade soprattutto se cerchiamo "prodotto/servizio + località".

Considerando che una ricerca su 3 che viene effettuata su Google oggi fa riferimento proprio alle attività locali, è davvero utile per te essere posizionato in maniera strategica nella zona in cui opera la tua attività, per avere un incremento di visibilità e contatti.

Il posizionamento SEO su Google Maps si ottiene combinando 3 macro fattori: pertinenza, distanza ed evidenza.

Pertinenza: Ottimizzazione SEO della Scheda Brand

La pertinenza indica a Google quanto la tua attività è in linea con la ricerca che viene effettuata, e cioè mostra se l'utente, grazie a te, potrà soddisfare la sua esigenza.

In parole povere, vuol dire che Google cerca di capire se, quando una persona cerca un determinato servizio, ad esempio un ristorante, tu hai effettivamente un'attività che lo possa soddisfare (nel nostro esempio, appunto, un ristorante).

Compilare la scheda My Business in maniera completa e dettagliata ne migliora il livello di pertinenza.

Ecco quindi come migliorare la pertinenza, con una scheda My Business completa e ben ottimizzata.

Titolo o Nome Attività del Brand

Come nome dell'attività ti raccomando di scrivere il vero nome dell'attività, possibilmente accompagnato dalla parola chiave per la quale ti vuoi posizionare, se la cosa non suona innaturale o forzata.

Se hai un ristorante a Torino che si chiama "Ristorante da Luca", e vuoi essere in prima pagina su Google Maps per la ricerca "ristorante torino", come titolo puoi scrivere "Ristorante da Luca a Torino".

Quindi in generale, "attività + località + nome azienda".

Attenzione: Google raccomanda di inserire, come nome, il vero nome dell'attività. Ti sconsiglio di inserirvi parole chiave in maniera spammosa, perchè potresti venirne danneggiato.

Descrizione del Brand

Inserisci all'interno della descrizione le parole chiave, anche separatamente. Per esempio: "Da anni il ristorante da Luca si occupa di soddisfare a Torino tutti i tuoi desideri culinari".

Ok, è una descrizione scritta davvero male, ma il punto è che dovresti scriverne una che descriva davvero la tua attività, e inserirne in maniera naturale, magari, la parola chiave, come ho fatto nell'esempio.

Contatti

Qui mi riferisco a tutti quei dati che sono essenziali per chi deve usufruire dei tuoi servizi e/o raggiungerti.

Quindi link al sito web, numero di telefono, indirizzo, CAP e così via.

Tutti questi dati devono essere precisi e congruenti con quelli presenti nel sito web collegato alla scheda.

Categoria

Scegli con cura la categoria che è più pertinente al servizio che offri.

In genere ne inserisco solo una per scheda.

Foto e Video

In questa sede puoi dare un “assaggio” fotografico e videografico della tua impresa e dei servizi e prodotti che essa presenta al pubblico.

È scontato dirti che più professionali, complete e pertinenti sono le immagini che ritraggono i servizi ed i prodotti della tua impresa, più è facile che l’utente che effettua una ricerca su Google ne sia attratta e scelga di entrare nel profilo della tua attività per saperne di più: la corretta impostazione di questi elementi è molto utile, perché funge da vero e proprio biglietto da visita.

Puoi creare veri e propri album, con foto dell'interno, dell'esterno, dello staff eccetera.

E' poi fondamentale mettere in evidenza una foto profilo e un'immagine di copertina della tua attività che deve in qualche modo riassumere tutto ciò che proponi al pubblico.

Queste sono le domande da considerare per scegliere la tua immagine del profilo:

  • che cos’è la tua attività;
  • cosa propone e quale servizio offre al cliente;
  • perché l’utente che è alla ricerca di un servizio specifico che puoi offrire tu ed altre centinaia di aziende, deve scegliere te.

Puoi ottimizzare tali foto tramite l'alt tag.

L'ottimizzazione degli alt tag delle immagini è un fattore che aumenta la pertinenza della tua scheda, e di conseguenza il suo posizionamento SEO su Google Maps.

Se hai dei video relativi alla tua attività, sfruttali.

Ottimizza il video, dandogli nome e descrizione coerenti con le parole per le quali vuoi salire di posizione su Google Maps, ma sempre ricordando di non esagerare e rendere il tutto più naturale possibile.

Altre Informazioni Utili

Google My Business offre la possibilità di arricchire la scheda con una buona quantità di informazioni supplementari, come ad esempio:

  • servizi offerti;
  • tag;
  • orari dell'attività;
  • presenza o meno di parcheggio;
  • orari speciali;
  • attributi e così via.

Tutte queste indicazioni arricchiscono ulteriormente la scheda, rendendola più completa e soddisfacente per i visitatori.

L’importanza dei NAP

Particolare attenzione va ai cosiddetti NAP, che è l’acronimo di Name, Address, Phone, il che significa che dovrai inserire il nome della tua azienda, l’indirizzo ed il numero di telefono.

La tua attività deve essere mostrata e descritta nel dettaglio: più le informazioni sono complete e dettagliate, maggiori sono le opportunità che Google posizioni la tua attività tra le più pertinenti della zona.

E' importante assicurarsi che i NAP siano coerenti tra loro quando la tua attività viene menzionata su altre fonti.

In tal modo si dà a Google un'indicazione univoca e chiara, che aiuta a migliorare la pertinenza e l'evidenza della tua scheda, e di conseguenza il suo posizionamento su Google Maps.

Local SEO per Google Maps: il Fattore Distanza

Dopo la pertinenza, il secondo macro fattore di posizionamento su Google Maps riguarda la distanza della tua attività o azienda dall'utente che effettua la ricerca.

In questo caso possiamo fare ben poco: Google tende a premiare le attività più vicine alla persona che sta effettuando la ricerca.

Quindi se la tua sede è nei paraggi, partirai avvantaggiato.

Evidenza: Rendi la Scheda Popolare

Hai visto come migliorare la pertinenza della tua attività; ora parliamo dell'evidenza.

Questo ultimo macro fattore fa riferimento al fatto che alcune attività e luoghi sono più famosi e noti di altri.

Google premia, nel posizionamento su Google Maps, i luoghi che sono più popolari e conosciuti.

Ovviamente abbiamo modo di intervenire su questo aspetto, rendendo la mappa popolare.

Vediamo come.

Autorità, Ottimizzazione e Qualità del Sito Web dell'Attività

Dò per scontato che la tua attività abbia un sito web.

Se il sito web ha una buona ottimizzazione e posizionamento SEO su Google, ed è autorevole e popolare, anche la scheda di Google My Business collegata al sito ne trarrà giovamento.

Per questo motivo seguire i principi della SEO per il tuo sito porterà vantaggi anche per il posizionamento SEO su Google Maps.

Citazioni Off Page e Link Building

Un altro passo fondamentale è quello di aumentare, su siti con un buon trust, le citazioni verso l'attività.

Se Google nota che questa (e i suoi dati principali, quali indirizzo, telefono ecc) è spesso citata in siti internet riconosciuti e importanti, la riterrà molto "evidente", o meglio popolare, e le domerà un buon boost nel ranking.

Attenzione però, ricorda che devi usare sempre gli stessi dati: anche se la tua attività ha più di un numero di telefono, per esempio, inserisci sempre lo stesso. Non variare i dati, o il lavoro che fai per aumentare le citazioni si rivelerà inutile, dato che il motore di ricerca troverà dati non combacianti, e non darà alla tua attività il giusto bonus in termini di SEO su Google Maps.

L'Importanza delle Recensioni

Google offre la possibilità, al cliente, di lasciare una recensione che valuti il servizio offerto dalla tua attività.

Queste recensioni influenzano positivamente il posizionamento della tua scheda nella SERP di Google, quindi è importante che tu incoraggi i clienti a lasciare una recensione per il servizio che hai loro offerto.

Il motore di ricerca considera i feedback rilasciati da chi ha utilizzato il servizio per il posizionamento su Google Maps SEO.

Poiché le recensioni saranno leggibili e visibili da tutti, è chiaro che il tuo servizio dovrà essere di alta qualità non solo per offrire il massimo al cliente, ma anche per far sì che le sue parole siano da incentivo per altri potenziali utenti.

Ovviamente, all’inizio del tuo processo di inserimento della scheda di Google My Business su Google Maps, non è detto che tu abbia delle recensioni già pronte: ci vorrà del tempo affinché, man mano che i tuoi clienti si servono di un tuo prodotto o servizio, recensiscano quanto utilizzato.

Puoi però aiutarti ad ottenere queste recensioni anche attraverso un processo di fidelizzazione del cliente: dopo che l’acquisto avvenuto, ti consiglio di inviare una e-mail in cui ringrazi il cliente per aver scelto la tua attività, e chiedi che venga apposta una recensione sul profilo della tua attività.

Per rendere tutto più facile per l’utente, ti consiglio di guidare il cliente inserendo già il link diretto per inserire la sua recensione.

Attenzione: se rispondi alle recensioni dei tuoi utenti – e sì, intendo anche a quelle che non ti sono piaciute! – potrai instaurare con loro un rapporto di fiducia e di autenticità, che, insieme ad altri aspetti, oggi sono alla base per avviare un’attività davvero proficua e visibile.

Quanto è importante rispondere a tutte le recensioni che ricevi? Tantissimo.

Una recensione che ricevi online è un po’ come vedere entrare un cliente che ti saluta e ti pone delle domande: ti sogneresti mai di non rispondergli?

Rispondere, anche ad una critica, è sempre una forma di cortesia e di educazione che renderebbe il tuo comportamento molto più costruttivo e professionale.

Ricorda che Google legge e considera anche le recensioni di siti esterni, come Tripadvisor, Booking e Facebook.

Tutte queste contribuiscono, quindi, al posizionamento locale, o posizionamento local SEO.

E anche le parole chiave presenti all'interno delle recensioni sono un (piccolo) fattore SEO di posizionamento su Google Maps.

Si tratta, quindi, di un aspetto da curare molto per il tuo progetto.

Anzianità della Mappa

Più una mappa è "vecchia", presente da tempo, più è ritenuta affidabile. Ma su questo punto non possiamo fare nulla, quindi non mi dilungherò uteriormente.

Migliorare il Posizionamento su Google Maps

Oltre ai fattori relativi a pertinenza, distanza ed evidenza che abbiamo esaminato fin qui, hai a disposizione una serie di altri elementi che, anche se non influiscono direttamente sul posizionamento SEO su Google Maps, possono arricchire l'esperienza utente e aiutare a generare più contatti.

Google Post

Si tratta di brevi testi che puoi pubblicare nella tua scheda, utili per pubblicare offerte, eventi e servizi direttamente sulla mappa.

All'interno di essi puoi inserire un testo, un'immagine e anche una call to action per invitare all'azione gli utenti.

Google My Business Messages

Essere presenti online significa esserlo sotto tutti i punti di vista, e quindi anche essere in grado di sfruttare ogni occasione possibile che ci viene in questo caso offerta proprio da Google: hai mai pensato quanto possa essere utile per un utente chiederti qualcosa direttamente, attraverso un semplice messaggio?

Se attivi i servizi di messaggistica istantanea dai ai tuoi potenziali utenti dei metodi aggiuntivi per porti una domanda, oltre al classico numero di telefono oppure alla mail.

URL Opzionali

Puoi specificare, nella tua scheda, delle URL specifiche, che portano l'utente a pagine dedicate a determinati servizi, ad esempio prenotazioni, ordini, menu e così via.

Questo rende la navigazione più semplice e immediata, elemento che favorisce le conversioni.

Domande e Risposte

Un buon metodo per aumentare il coinvolgimento del tuo target è quello di favorire le domande e risposte, le quali compaiono sulla scheda e la rendono più "viva", migliorandone il trust percepito.

Tali domande e risposte sono visibili da tutti gli utenti che visitano la tua scheda.

Controlla le Statistiche con Google Analytics

Un ultimo consiglio che ti dò è di controllare le statistiche con Google Analytics: questo è uno strumento particolarmente efficace fornito gratuitamente da Google, in quanto ti permette di tenere sotto controllo tutto ciò che riguarda il profilo della tua azienda, come ad esempio la provenienza degli utenti e il monitoraggio dei dati di ricerca che vengono effettuati dagli utenti stessi.

Queste informazioni ti servono per migliorare e per mantenere sempre sulla cresta dell'onda il tuo servizio.

Bene, la guida è terminata, ora sei pronto a dar visibilità alla tua attività locale, buon lavoro 🙂

Filippo Jatta

About Filippo Jatta

Filippo Jatta è consulente SEO per liberi professionisti e imprenditori. Dottore magistrale in Organizzazione e Sistemi Informativi presso l'Università Luigi Bocconi di Milano, dal 2008 è SEO specialist. Aumenta traffico e visibilità online di blog, e-commerce e portali, posizionando siti web su Google. Offre servizi di posizionamento sui motori di ricerca e corsi SEO, sia base che avanzati.