In questa guida ti mostro come sfruttare al meglio il più importante dei SEO tool che i SEO abbiano a disposizione: la Search Console di Google.

Seguimi e saprai come sfruttare al massimo questo strumento per migliorare l’indicizzazione e il posizionamento del sito web su Google.

Ho creato 4 video gratuiti in cui ti spiego il mio esatto metodo per posizionare su Google il tuo sito con la SEO, per permetterti di ottenere i miei stessi risultati.

Scaricali gratuitamente cliccando sul pulsante sotto il video, e inizia questo percorso con me. Altrimenti, continua la lettura dell’articolo più in basso.

4 VIDEO+PDF: Scopri il Mio Metodo di Posizionamento su Google Semplice, Passo Passo e Pratico, per TUTTI i Siti Web


CLICCA QUI E ACCEDI AI VIDEO GRATIS

 

Google Search Console: il Re degli Strumenti, Utility e SEO Tool

Uno dei metodi più importanti che al giorno d’oggi ci permettono di controllare la salute del nostro sito web è l'analisi con la Searc Console di Google.

Grazie a questo strumento, utility, SEO tool, potrai monitorare perfettamente lo stato di salute e di indicizzazione del sito web.

Potrai apprendere cosa sta andando bene (o sta funzionando) con il tuo posizionamento SEO su Google, e potrai inoltre individuare problemi tecnici con il tuo sito web.

Esistono molti strumenti per aiutarti a monitorare le prestazioni del sito e Google Search Console è nettamente il migliore: esso è fatto apposta per aiutare i proprietari dei siti e i webmaster su vari aspetti, per diversi gradi e livelli, partendo dal monitoraggio degli eventuali cambiamenti che riguardano il numero dei visitatori del sito nel tempo fino a individuare un problema specifico che ha causato una riduzione del traffico verso un post.

Ovviamente non mancano gli approfondimenti degli aspetti più tecnici, adatti ai consulenti SEO un po' più esperti. A breve li scoprirai tutti.

In questa guida potrai conoscere tutto ciò che devi sapere sul pratico strumento gratuito di Google e su come utilizzarlo in tutta sicurezza.

Cos'è Google Search Console?

È doveroso, parlando di Google, dire che esso offre un ampio portafoglio di strumenti.

Molti possono essere preziosi per i proprietari dei siti, i webmaster e gli esperti di marketing.

Ce ne sono di semplici e lineari come Gmail e Google Drive, oppure, dall’altra parte, vi sono strumenti come Analytics e Ads, in grado di offrire all’utente un supporto più specifico e completo.

Google Search Console è uno strumento gratuito di Google: la società, infatti, ha deciso che questo strumento dovesse essere per tutti, sostenendo che esso è utile sia per gli imprenditori, sia per gli specialisti SEO, gli amministratori e gli sviluppatori.

L'utilità ad ampio raggio di questo prodotto dipende dal fatto che esso include un numero molto ampio di diverse funzionalità che lo rendono, appunto, decisamente diverso e interessante.

A Cosa Serve la Google Search Console?

In poche parole, la Search Console serve per aiutarti a capire come Google vede il tuo sito web. Ti consente di monitorare e controllare la presenza del tuo sito nei risultati di ricerca di Google (cioè nelle SERP).

Offre approfondimenti su come Google visualizza il tuo sito, il che può aiutarti a migliorare le prestazioni del sito in moltissimi modi diversi tra loro.

Se vuoi posizionare il tuo sito su Google, ritengo l'utilizzo della Search Console davvero fondamentale.

Ecco alcune delle sue applicazioni:

  • Controllo delle informazioni più importanti del sito: Search Console ti aiuta ad analizzare il rendimento del tuo sito nelle ricerche di Google. Puoi vedere con quale frequenza le tue pagine vengono visualizzate nelle ricerche, nonché quali query restituiscono risultati per le tue pagine e con quale frequenza;
  • Ottimizzazione del contenuto: lo strumento semplifica l'identificazione dei problemi con pagine o contenuti diversi, e questo rende possibile una eventuale risoluzione rapida di questi problemi. Pertanto, puoi chiedere a Google di reindicizzare i contenuti attraverso la stessa piattaforma;
  • Reazione ai problemi di indicizzazione: gli avvisi della Search Console ti consentono di rispondere a problemi di indicizzazione, spam o altri problemi del sito in breve tempo. È possibile eliminare i problemi sul nascere prima che inizino a danneggiare le prestazioni del sito web, e questo è di certo un dato che non deve essere sottovalutato;
  • Miglioramento del tuo sito: questa piattaforma ti permette di introdurre nuovi elementi nel sito, garantendo così che essi funzionino in maniera corretta. Esempi di tali elementi includono pagine mobili accelerate (AMP) e dati strutturati. Il primo è vitale per l'usabilità mobile, e ti può aiutare ad ottenere anteprime e rich snippet su Google.

Come Configurare e Aggiungere Google Search Console al Sito Web

Questo è il metodo per aggiungere la Search Console al sito web:

  1. Registrati o accedi a un account Google;
  2. Vai alla home page di Google Search Console;
  3. Aggiungi una "proprietà" da controllare con questo strumento: si può trattare o di un intero dominio o di uno specifico URL;
  4. Verifica di essere il proprietario del dominio o dell'URL in questione;
  5. Inizia a monitorare le prestazioni del sito con Search Console.

Vediamo questi passaggi uno per uno.

Registrati o Accedi a un Account Google

È probabile che tu abbia già un account Google. Potresti utilizzarlo per Gmail o per organizzare e condividere documenti tramite Google Drive.

In tal caso, devi accedere ad esso prima di cercare di configurare Google Search Console, mentre se non hai un account, devi provvedere a crearne uno per iniziare: non preoccuparti, perché si tratta di una cosa molto veloce e semplice da fare, oltre che gratuita.

Una volta che avrai creato il tuo account, sei pronto per iniziare la procedura di configurazione di Search Console.

Configurazione di Search Console e Aggiunta di una Proprietà

Dopo aver effettuato l'accesso al tuo account Google, vai alla home page di Search Console.

Supponendo che non hai impostato lo strumento prima, ti troverai su una schermata di benvenuto, che ti permetterà di selezionare il dominio oppure l’URL, a seconda di ciò di cui sei in possesso.

Questo  punto è molto importante perché significa dire a Google per quale tipo di sito, pagina o entità si desidera che tengano traccia dei dati. Le tue scelte sono tra una "Proprietà dominio" o una "Proprietà URL".

La differenza tra queste proprietà è facile da capire e importante da sapere.

  • Proprietà di dominio: selezioni una proprietà di dominio quando desideri che Google tenga traccia di tutti gli URL in tutti i sottodomini di un sito Web. Ciò includerà i sottodomini che iniziano con "m.", "www." e qualsiasi altra opzione che tu possa immaginare. Queste proprietà coprono anche più protocolli, e quindi anche HTTPS, HTTP, FTP ecc;
  • Proprietà URL: una proprietà del prefisso URL è invece di livello inferiore rispetto alla prima. Scegli questa opzione e Google monitorerà i dati solo per il singolo URL specifico, e quindi l'URL con il protocollo esatto e il sottodominio inserito. Ad esempio, è possibile inserire htttp: //website.com. In tal caso, https://website.com non sarà incluso nel monitoraggio di Google. Né http://www.website.com o qualsiasi altra versione di esso.

Il tipo di proprietà da inserire dipende dalle circostanze. Se devi solo tenere traccia di un URL specifico, la seconda scelta è quella che farà al caso tuo.

Tale scelta è adatta anche se si desidera tenere traccia dei dati per i vari URL separatamente: tuttavia, se desideri tenere traccia di tanti URL potrebbe convenirti scegliere la proprietà del dominio, in maniera da controllare tutti insieme.

Se si utilizza l'opzione della proprietà del dominio, è ancora possibile raccogliere separatamente informazioni relative a sottodomini o protocolli. Puoi farlo aggiungendo un filtro di pagina al rapporto sul rendimento in Search Console.

Verifica la Proprietà

Google non consentirà a nessuno di tenere traccia dei dati del sito per qualsiasi dominio o URL: è un metodo importante anche di sicurezza, per evitare che qualcun altro possa avere sotto controllo il tuo sito (magari la concorrenza, per esempio).

Per questo motivo, devi dimostrare al motore di ricerca che sei il proprietario del sito o, per lo meno, che sei autorizzato a tracciare i dati e monitorarlo: il modo in cui lo fai è verificare la tua proprietà.

Non è necessario verificare la proprietà non appena la si aggiunge affinché Google Search Console funzioni, in quanto lo strumento inizierà il rilevamento dei dati sin da subito, ma tu non sarai in grado di visualizzare queste importanti informazioni, finché non assicuri a Google di essere coinvolto nella gestione del sito e quindi autorizzato a conoscere i dettagli sul monitoraggio.

Dopo aver aggiunto una proprietà, lo strumento ti chiederà di verificarlo tramite DNS. Questo è il metodo di verifica preferito di Search Console. È anche l'unica opzione per il controllo di una proprietà a livello di dominio.

Search Console ti fornisce un record TXT da aggiungere al tuo provider di nomi di dominio. Dove e come aggiungere il record differiranno a seconda del provider.

Una volta fatto ciò, dovrai semplicemente fare click su "Verifica" in Search Console e la tua proprietà sarà verificata.

Se hai scelto di aggiungere una proprietà del prefisso URL, puoi verificarla in altri modi, ecco quali:

  • Caricamento file HTML: puoi verificare la proprietà dell'URL aggiungendo un determinato file HTML al tuo sito. Scegli l'opzione "Caricamento file HTML" quando ti viene richiesto: a questo punto, Search Console ti fornirà il file pertinente. È quindi possibile seguire le istruzioni visualizzate per effettuare correttamente la verifica;
  • Tag HTML: è possibile aggiungere un tag <meta> all'HTML di una pagina specifica, anziché un file HTML completo. Ancora una volta, Search Console fornirà il tag quando lo scegli come opzione di verifica. Verranno inoltre fornite istruzioni su come e dove aggiungerlo;
  • Codice di monitoraggio di Google Analytics: questa è un'opzione per coloro che utilizzano Google Analytics. Puoi verificare una proprietà di Search Console aggiungendo il codice di monitoraggio di Analytics al codice di una pagina. Presta attenzione ad una cosa: il codice dovrebbe essere aggiunto alla sezione <head> della tua pagina, perché se dovessi commettere l’errore di aggiungerlo alla sezione <body>, la verifica non funzionerà. Le istruzioni dettagliate complete vengono nuovamente fornite durante il processo;
  • Google Tag Manager Snippet: puoi anche verificare una proprietà del prefisso URL con il codice esistente. Search Console ti guiderà attraverso il processo. In breve, è necessario aggiungere la parte <noscript> del codice Tag Manager a una pagina, ossia subito dopo il tag <body> di apertura della pagina. Non puoi inserire nient’altro oltre allo snippet e al tag <body>.

Se l'URL che desideri monitorare è ospitato da Google (una pagina di Google Sites o Blogger), non devi fare nulla per verificarlo, in quanto l’URL deve essere aggiunto alla Search Console e verificato automaticamente, sempre  supponendo che tu abbia utilizzato lo stesso account Google per configurare la pagina in questione.

Una volta completata la verifica, puoi iniziare ad analizzare i dati di Search Console per la tua proprietà.

Google continuerà a verificare periodicamente che il sito sia tuo o che tu sia autorizzato a conoscere le informazioni e i dati del dominio o dell’URL: pertanto, se questo non potrà più essere confermato, le autorizzazioni sulla proprietà scadranno, spesso dopo un breve periodo di tolleranza.

Ciò significa che devi tenere qualsiasi record TXT o frammento di codice che hai usato per verificarlo permanentemente in posizione.

Ora sei quasi pronto per iniziare a conoscere tutto ciò che Search Console di Google è in grado di fornire.

Utenti, Proprietari e Autorizzazioni

Per ogni proprietà di Search Console, ci sono due ruoli, che sono "Proprietario" e "Utente".

Ogni ruolo ha capacità e diritti diversi. Di seguito puoi trovare una breve panoramica di entrambi:

  • Proprietario: un proprietario di una proprietà ha il pieno controllo su di essa in Search Console, e può essere sia “Verificato” che “Delegato”. Egli può visualizzare tutti i dati e utilizzare tutte le funzionalità, modificare le impostazioni e aggiungere o rimuovere altri utenti. Un proprietario verificato è qualcuno che ha completato il processo di verifica come descritto sopra. I proprietari delegati hanno ottenuto i diritti di proprietà dal proprietario verificato. Se la verifica di un proprietario verificato diventa non valida, anche il proprietario delegato perderà l'accesso alla proprietà;
  • Utente: gli utenti hanno meno diritti quando si tratta di Search Console rispetto ai proprietari. Un "Utente completo" può visualizzare tutti i dati per una proprietà ma eseguire solo alcune attività amministrative. Un "Utente con restrizioni" ha i diritti semplificati per visualizzare la maggior parte dei dati di una proprietà, ma ha anche chiaramente dei limiti.

Vale la pena dedicare un minuto a pensare alle autorizzazioni di cui hanno bisogno le diverse persone che si occupano del sito: infatti, non è detto che si vogliano fornire tutte le autorizzazioni complete a qualunque utente del sito, soprattutto perché vi possono essere dei rischi associati a ciò.

Per esempio, un dipendente di livello inferiore potrebbe erroneamente modificare un'impostazione critica, quindi non è conveniente in questo caso fornire tutte le autorizzazioni.

Potrebbe essere necessario che alcuni membri del personale dispongano di tali autorizzazioni, quindi non è necessario fornire la gestione della proprietà a tutti gli utenti.

Funzionalità della Google Search Console

Una volta configurato e verificato con Search Console, sei pronto per iniziare a esplorare le numerose funzionalità dello strumento. Esistono diversi rapporti a cui è possibile accedere, progettati per fornire diverse informazioni sul tuo sito.

Ci sono alcune altre cose che devi sapere prima di iniziare.

I rapporti di Search Console includono una dimensione e quattro parametri specifici per la ricerca di Google.

I quattro parametri specifici di Search Console sono i seguenti:

  • Click: nel contesto di Google Search Console, si fa riferimento al comportamento di coloro che effettuano le ricerche Google. Questo parametro è molto significativo, in quanto indica il numero di volte in cui gli utenti fanno click su una delle tue pagine dopo una ricerca per una determinata query;
  • Impressioni: il numero di volte in cui una pagina del tuo sito viene visualizzata su una SERP di Google. Questo può essere un dato complessivo per la pagina o il numero di impressioni che ottiene per una determinata query;
  • Percentuale di click (CTR): la percentuale di utenti che visualizzano l'impressione di una delle tue pagine e quindi fanno clic su di essa. Ad esempio, una pagina può avere dieci impressioni e un click. In tal caso, il CTR sarebbe del 10%;
  • Posizione media: Qui è dove, su una SERP, i tuoi contenuti vengono visualizzati per diverse query di ricerca. Ad esempio, il tuo contenuto raggiunge una posizione preziosa e strategica per una query? O non è nemmeno all’interno della prima pagina?

Gli strumenti del rapporto sono i seguenti.

Overview Report

È sicuramente il più semplice di tutti i rapporti di Google Search Console.

È quello che vedrai alla prima apertura dello strumento: così come ci suggerisce il nome, esso offre una breve panoramica delle diverse informazioni che troverai nello strumento.

Questa panoramica includerà grafici dei click totali per le pagine e il numero di pagine indicizzate da Google.

Ciò che è più utile, è il fatto che il rapporto mostra le azioni manuali del tuo sito e i problemi di sicurezza; questi sono problemi con il tuo sito web, come visualizzato da Google.

Quindi, si tratta di tutto ciò che devi sistemare il più rapidamente possibile.

Rapporto sulle Prestazioni

Si tratta di un rapporto che tiene in considerazione le prestazioni e quindi anche il rendimento del sito: attraverso di esso, è possibile raggruppare i dati disponibili in diversi modi. Ad esempio, è possibile visualizzare i risultati per URL, per dispositivo e per Paese.

Queste informazioni ti aiuteranno a capire come sta andando il tuo sito su Google e ti permetteranno inoltre di tenere traccia di eventuali cambiamenti imprevisti nella classifica.

Puoi anche analizzare le query di ricerca utilizzate dalle persone, preziose ricerche di parole chiave che puoi utilizzare per migliorare le prestazioni del tuo sito.

Copertura dell'Indice di Google

Il rapporto sulla copertura dell'indice è quello che probabilmente troverai più utile su base giornaliera, soprattutto se aggiungi spesso nuovi contenuti al tuo sito web.

Questo rapporto ti permette di analizzare lo stato dell'indice per tutte le pagine del tuo sito.

Nessuna pagina web può essere posizionata su Google se il motore di ricerca non l'ha indicizzata.

Il rapporto sulla copertura dell'indice ti consente di visualizzare tutte le pagine che non sono indicizzate, oltre a permetterti di capire perché Google non li sta indicizzando.

Il rapporto è uno strumento efficacissimo per monitorare e risolvere i problemi di indicizzazione su Google.

Indice delle Sitemap XML

È possibile inviare una sitemap XML per il tuo sito a Google tramite Search Console.

Questo aiuta il motore di ricerca a leggere le URL da indicizzare e successivamente posizionare sul tuo sito.

L'invio di una sitemap XLML è particolarmente utile in alcune circostanze:

  • Se il tuo sito è molto grande, in questo caso, le Sitemap possono essere di aiuto a Google a individuare nuove pagine mentre vengono pubblicate;
  • Se il tuo sito è nuovo, le tue pagine non avranno molti backlink e una sitemap può aiutarti a rendere i tuoi contenuti rilevabili su Google.

Se alcune delle tue pagine non hanno molti link interni, può essere difficile per Google trovarle senza una mappa (e cioè una lista generica di tutte le pagine da indicizzare di un sito web).

Questo rapporto indica dove puoi tenere traccia delle mappe del sito che hai inviato a Google: esso ti mostra le statistiche tra cui anche il numero di URL della Sitemap che Google ha indicizzato, e mostra anche eventuali errori che Google ha riscontrato durante l'elaborazione della tua Sitemap.

Dati Strutturati

La sezione Miglioramenti di Search Console è quella parte che ti consente di gestire i dati strutturati su un sito.

I dati strutturati sono ciò che puoi aggiungere al tuo sito Web per ottenere risultati ricchi su Google per determinate pagine, ma verranno visualizzati solo se Google è in grado di leggere le informazioni.

Eventuali problemi riscontrati da Google con dati strutturati vengono visualizzati nella sezione Miglioramenti.

Qui è dove ti potrai rendere conto di come apprendere l’esistenza un problema, di come diagnosticarlo ed anche di come risolverlo.

Search Console può segnalare problemi riscontrati con i seguenti tipi di dati strutturati:

  • Breadcrumbs
  • Evento
  • FAQ
  • Verifica
  • Come fare
  • Annunci di lavoro
  • Logo
  • Prodotto
  • Domande e risposte
  • Ricetta
  • Casella di ricerca

Rapporto sull'Usabilità Mobile

Per i siti web moderni è fondamentale soddisfare i visitatori che utilizzano dispositivi diversi.

È un dato significativo che i dispositivi mobili hanno generato oltre la metà di tutto il traffico web nel 2018, ed è probabile che tale percentuale continui ad aumentare.

Il rapporto sull'usabilità dei dispositivi mobili ti aiuta a valutare quanto il tuo sito sia ottimizzato per questi device.

Il rapporto sull'usabilità mobile esaminerà fino a 1000 dei tuoi URL.

Ti dirà quale di essi Google riconosce come ottimizzati per dispositivi mobili in base ai suoi standard e, in caso di problemi con le tue pagine, gli errori verranno segnalati nel rapporto.

Fare click su uno di quegli errori ti può essere di grande aiuto perché mostra quali singole pagine richiedono la tua attenzione.

Rapporto AMP

Il rapporto AMP è strettamente collegato al rapporto sull'usabilità mobile. Le pagine AMP sono utili a rendere il caricamentodelle pagine super rapido sui dispositivi mobili.

Il rapporto AMP su Search Console ti permette di ottenere dati sul rendimento delle tue pagine AMP.

Il rapporto indica quante pagine AMP sono state indicizzate da Google per il tuo sito, e ti aiuta anche a identificare quelle pagine che Google non può indicizzare correttamente.

Quando si verificano tali problemi, viene visualizzato il motivo per cui Google non ha potuto indicizzare la tua pagina. Ciò rende semplice e veloce risolvere qualsiasi problema.

Rapporto sulle Azioni Manuali (Penalizzazioni)

Le azioni manuali sono le penalizzazioni di Google. Se il tuo sito viene penalizzato, un avviso viene inviato in Search Console.

Il rapporto sulle azioni manuali ti permette di trovare ulteriori dettagli di qualsiasi azione manuale sul tuo sito e suggerimenti su come risolvere il problema.

Quando si dispone dei dettagli di eventuali azioni manuali, è quindi possibile iniziare a risolvere i problemi che li hanno causati.

Dopo aver risolto il problema, è necessario tornare al rapporto azioni manuali di Search Console.

È da lì che puoi chiedere a Google di rivedere il tuo sito ancora una volta e controllare le correzioni che hai eseguito per vedere che sia tutto in ordine e per essere certi che la situazione sia realmente rientrata.

Rapporto sui Link

L'ottenimento di backlink, cioè la link building, è una parte importante del SEO perché ti permette di creare un sito solido anche per Google: pertanto, garantire che il tuo sito abbia un profilo di link sano è fondamentale per impressionare Google.

Tutto ciò che è bene fare è ottenere link pertinenti da siti di alta autorità. Il rapporto sui link di Search Console ti permette quindi di tenere traccia del tuo profilo di collegamenti, fornendo infine una selezione di diversi approfondimenti sui link del tuo sito.

Questo rapporto è molto utile ed interessante, perché ti mostra quali siti linkano ai tuoi e quale testo usano i link. Fornisce inoltre una panoramica della struttura dei link interni del tuo sito.

Tutto ciò, è in grado di fornirti aiuto per una serie di motivi: prima di tutto, ti consente di tenere traccia di eventuali link di spam che ricevi e quindi di agire in maniera tempestiva in caso di “pericolo”.

In secondo luogo, ciò ti consente anche di valutare la struttura dei link interni e le anchor text utilizzate, eventualmente anche fornendoti i giusti dettagli per “raddrizzare il tiro”.

Ora Tocca a Te

Quando Google afferma che Search Console è uno strumento che può essere utilizzato da tutti (imprenditori, aziende, privati), non scherza di certo.

Infatti, ricordiamo che questa è una piattaforma di analisi in grado di fornire agli utenti dati fruibili che possono rivelarsi vitali in una vasta gamma di aree diverse.

Alcuni report sono fondamentali per gli sviluppatori web che stanno cercando di costruire un sito ottimizzato SEO.

Altri, invece, sono ideali per i professionisti SEO che sperano di aumentare le classifiche SERP di un sito web e quindi di posizionarsi meglio.

Le funzionalità più basilari dello strumento sono perfette per i proprietari di siti che hanno anche altri interessi e necessità e che desiderano più semplicemente mantenere i loro siti al passo con gli altri.

Questa guida potrebbe quindi essere servita per mostrare tutto ciò che puoi ottenere utilizzando Search Console, oltre a illustrarti il ​​semplice processo di impostazione e di avvio di questo interessante strumento.

Ora non ti resta che iniziare a tracciare i dati e migliorare il posizionamento su Google del tuo sito.

Cosa Dicono di Me?

Ecco qualcuno dei miei progetti e i risultati ottenuti.

Professionista serio ed onesto, preciso nel suo lavoro e determinato a superare gli obbiettivi preposti..svolto un lavoro di SEO solido e ben studiato per il posizionamento del sito della mia azienda arrivato a raggiungere nei tempi prefissati le prime posizioni.

Luca ArmeniseProprietario Autolavaggio Armenise di Bari

Il mio sito web non riceveva traffico, e non portava alcun nuovo cliente. Ho scelto di affidarmi a Filippo e, grazie a lui e alla sua esperienza come specialista SEO ho ottenuto risultati importanti in pochi mesi, raggiungendo la prima pagina su Google, nuovi contatti e nuovi clienti.

Alessandro VaccaDentistabari.org, Odontoiatra

Professionale e disponibile, con totale disponibilità nei miei confronti. Punta ad avere risultati il prima possibile, così che l’investimento fatto venga subito ripagato. Gli obbiettivi prefissati sono stati raggiunti entro pochi mesi, con totale soddisfazione.

Fulvio TonelliniE-commerce Cover Iphone

Tre cose ci hanno colpito di Filippoi: l'onestà, la preparazione e la precisione. Possiamo affermare che Filippo è veramente PREPARATO. Il suo lavoro è certosino e attentamente studiato. Motiva e spiega tutto. Risponde alle email ed è preciso nei report e nei tempi.

Alessandra VirgiliWellvitOnline.com, Responsabile Redazione

Sono felice di collaborare con Filippo. Filippo è molto preparato e appassionato del suo lavoro che svolge con precisione e serietà. Abbiamo raggiunto i risultati in poco tempo. Lo ringrazio per la disponibilità, pazienza e competenza.

Domenico DrovettiMetodoVegalcalino.com, Esperto di Nutrizione

Ritengo soddisfacente il rapporto lavorativo e umano. Al momento gli obiettivi concordati sono raggiunti o pressoché prossimi. Sei anche scrupoloso e rompicazzo come me nel mio lavoro; sono sinceramente felice di questa nostra collaborazione.

Enrico MeleInAttraction.com, Coach di Seduzione

We are very happy with Filippo's work, he is very professional. Thanks to his seo work, he have been able to improve our ranking from not appearing in the 8 first pages of Google to the 3rd position in several keywords

IsmaelSpeaking at home, Corsi di inglese

Grazie Filippo! Per la grande visibilità che mi ha garantito. Fa quanto dice, mi ha fatto risparmiare tempo e frustrazione, e i miei guadagni sono aumentati... di molto! Oltre ad essere un professionista è una brava persona e questo... non ha prezzo!

Agostini RiccardoAgostiniRiccardo.com, Public Speaking Coach

Filippo si è mostrato da subito disponibile a fornire spiegazioni esaustive e dettagliate circa il suo intervento ed i risultati ottenuti. Questo denota serietà e desiderio di trasparenza; qualità che personalmente reputo essenziali.

Giulio BorlaStudioLeVele.net, Psicologo Psicoterapeuta

Filippo, ottima persona piacevole e disponibile, ha portato ottimi risultati e adesso la collaborazione continua ormai da più di un anno e continuerà sempre.
Per noi Filippo è il miglior SEO che abbiamo trovato! Grazie.

Riccardo NavarraSanteNaturels.it, proprietario e-commerce

Ringrazio sinceramente Filippo Jatta perchè da quando ci siamo affidati a lui il nostro sito è ben indicizzato ed è molto visibile. Di conseguenza le vendite sono aumentate... Un genio

Maria MarraSindyBomboniere.it, Proprietaria E-Commerce

Contattami ora!

Puoi contattarmi compilando il form qui sotto per avere informazioni sui miei servizi SEO, oppure manda un messaggio WhatsApp al n. 348 09 06 338

Acconsento al trattamento dei miei dati personali secondo l'Informativa Privacy

Filippo Jatta

About Filippo Jatta

Filippo Jatta è consulente SEO per liberi professionisti e imprenditori. Dottore magistrale in Organizzazione e Sistemi Informativi presso l'Università Luigi Bocconi di Milano, dal 2008 è SEO specialist. Aumenta traffico e visibilità online di blog, e-commerce e portali, posizionando siti web su Google. Offre servizi di posizionamento sui motori di ricerca e corsi SEO, sia base che avanzati.