Google Analytics è un tool offerto gratuitamente, che permette di analizzare i dati di traffico e le ricerche ottenute.

E uno dei tool più importanti. Inoltre è gratuito, versatile e facile da usare.

Puoi anche usarlo per massimizzare i tuoi sforzi ed ottenere importanti risultati in maniera rapida per la tua campagna.

In questa guida sto per mostrarti come sfruttarlo al meglio.

Tutorial all’Account Google Analytics con i Tool

Anzitutto devi configurare il tuo account di Google Analytics (più avanti anche “GA”).

Per prima cosa, devi andare e, una volta iscritto, individuare il tuo codice di tracciamento.

Questo codice va inserito in ogni pagina. Una volta che questo passaggio è stato eseguito, inizierà a memorizzare i dati relativi e tu potrai utilizzarli.

Ora ti mostro come sfruttarlo con due famosi tool.

Ho creato 4 video gratuiti in cui ti spiego il mio esatto metodo, per permetterti di ottenere i miei stessi risultati.

Scaricali gratuitamente cliccando sul pulsante sotto il video, e inizia questo percorso con me. Altrimenti, continua la lettura dell’articolo più in basso.

4 VIDEO+PDF: Scopri il Mio Metodo Semplice, Passo Passo e Pratico, per TUTTI i Siti Web

    WordPress: Yoast e All in One

    Se vuoi ottimizzare un WordPress puoi usare molti plugin che configurano facilmente tutto, come Yoast e All in One, plugin molto poliedrici e utili per diversi aspetti, oppure plugin specifici come Analyticator.

    Se usi Yoast o All in One, però, ti consiglio di utilizzare la configurazione tramite questi plugin, e non scaricare ulteriori plugin specifici, che potrebbero entrare in conflitto.

    Plugin Ufficiale Sitekit

    E’ stato rilasciato il plugin ufficiale che ti consente di implementare nel tuo Wordress Analytics, Search Console, Ads, PageSpeed Insights e gli altri servizi, tutti insieme. Lo trovi qui: Sitekit.

    La Dashboard

    Ora parlerò dei principali elementi del layout e dei menu di GA, per render chiaro a cosa serve ciascuna voce e quali informazioni puoi estrapolarne.

    Menu Laterale

    Il menù laterale è suddiviso in diverse sezioni utili, scopriamole una per una.

    Dashboards

    Per la creazione di un dashboard personalizzato. Ti consente di ottenere rapidamente una panoramica del tuo account con i dati che desideri visualizzare nello specifico.

    Shortcuts

    Una funzionalità davvero utile per creare delle scorciatoie e accedere più velocemente ai dati. Dopo aver stabilito quali sono i dati che desideri visualizzare, è possibile fare clic sul pulsante Shotrcut sulla pagina:

    Viene quindi inserito un link alla pagina all’interno della sezione degli shortcuts, che ti permetterà di accedere più velocemente in futuro a quella pagina

    Intelligence Events

    Grazie a questa funzione vengono generati degli avvisi automatici oppure è possibile anche aggiungere degli avvisi personalizzati.

    Spesso questi avvisi rappresentano un primo segnale di avvertimento che qualcosa non va nella tua campagna.

    Per comodità puoi anche impostarli in maniera tale che ti venga inviata una e-mail quanto un avviso automatico si attiva e viene mostrato nel tuo account.

    Realtime

    Si tratta di una sezione di analisi più compatta con opzioni e dati più limitati al suo interno.

    Tuttavia, offre una panoramica rapida in grado di mostrare cosa sta succedendo in un preciso momento, ad esempio quante persone stanno visitando in tempo reale, quali pagine stanno guardando e per quanto tempo si intrattengono sulla pagina.

    Audience

    In questa sezione puoi trovare tutti i dati che ti aiuteranno a comprendere il tuo pubblico: dai dati demografici di base, alla posizione geografica, fino ai dati relativi alla tecnologia (desktop, mobile, sistema operativo, ecc.).

    Acquisition

    Questa sezione ti offre una ripartizione per canale che ti permette di vedere come il tuo traffico è arrivato ad una determinata pagina.

    Per ottenere dati per la sezione Search Engine Optimization, devi collegare il tuo account Search Console.

    Mi presento: sono Filippo Jatta, sono consulente dal 2007.

    Mi sono laureato e specializzato nel 2007 in Economia, Organizzazione e Sistemi Informativi presso l’Università Bocconi di Milano.

    Per contattarmi usa il form in fondo alla pagina o scrivimi su whatsApp al numero 348 09 06 338.

    Menu Superiore

    Il menù superiore è abbastanza intuitivo. Se hai più domini collegati allo stesso account GA, potrai fare switch da uno all’altro grazie all’apposita sezione.

    La sezione Admin potrebbe apparire inizialmente un po’ complessa ma può essere così suddivisa:

    Account

    La voce Account indica l’account di GA; normalmente troverai un account diverso per ogni dominio.

    Property

    La sezione Property di solito indica diversi sottodomini per cui potresti creare un set di impostazioni di Analytics differenti.

    View

    Infine c’è la sezione View: qui potrai filtrare tutto ciò che viene mostrato in ogni specifica view.

    Puoi utilizzare questa funzione, ad esempio, se desideri avere una panoramica dove viene mostrata solo una specifica parte.

    La sezione View può essere anche molto utile quando si dispone di dati che si desidera filtrare.

    Tutorial ad Analytics per la Campagna

    Ecco ora alcune procedure che possono essere messe in pratica per ottenere risultati concreti con la tua campagna in tempi brevi, ovvero le cose che dovrai fare per passare subito all’azione.

    In questo modo imparerai anche molto di più su GA e inizierai a ottenere informazioni su alcune delle funzionalità più avanzate che questo strumento ti offre.

    Quello di cui ci stiamo per occupare in questa sezione sono i processi che si focalizzano specificatamente sul posizionamento organico.

    Controllo del Traffico Organico

    La prima cosa che avrai bisogno di capire, prima di mettere in pratica le tue strategie, è quanto traffico arriva.

    Più nello specifico dovrai analizzare quanto traffico proviene dalla ricerca organica. Questo dato indica precisamente il traffico “non a pagamento” proveniente dai motori di ricerca.

    Tutto ciò che dovrai fare è andare su Acquisition e utilizzare la funzione Overview. Potrai visualizzare una ripartizione del traffico per canale e alcuni grafici aggiuntivi.

    Poi potrai utilizzare la sezione Source/Medium per approfondire queste informazioni.

    Keyword

    Le parole chiave sono una parte fondamentale della tua attività. Per questo motivo Analytics offre una sezione dedicata alle keywords chiamata Queries.

    Qui potrai trovare una ripartizione di tutte che indirizzano il traffico. Ecco alcune definizioni utili per comprendere i dati offerti:

    • Query: la chiave cercata;
    • Impressions: il numero di volte in cui una delle pagine, posizionata per una determinata chiave, è stata mostrata nei risultati di ricerca (cioè in SERP);
    • Clicks: quante volte è stata cliccata una delle pagine dopo essere stata mostrata tra i risultati di ricerca per una determinata;
    • Average Position: qual è il ranking medio di una determinata pagina quando questa viene visualizzata nei risultati di ricerca a seguito della ricerca di una determinata;
    • CTR: indica la frequenza con cui le persone che vedono il tuo risultato fanno clic su di esso.

    La funzione di ricerca sarà estremamente utile e ti consentirà di approfondire tutte e visualizzare quanto traffico stai ottenendo sul tuo sito web per determinate keywords.

    Questa funzione è sicuramente importantissima dal momento che Big G. sta imparando a dare sempre più importanza ai gruppi semantici collegati ad argomenti specifici, piuttosto che alle singole.

    Migliorare il Posizionamento con GA

    Va alla sezione Landing Pages, sotto Search Engine Optimization, e troverai l’elenco delle tue pagine con le migliori prestazioni in termini di traffico.

    Ci sono diversi modi di consultare queste pagine, quindi ecco rapidamente tutte le opzioni che ti consentiranno di mettere in ordine le informazioni.

    Clicks: l’elenco per clic ti consente di vedere quali pagine portano più traffico. Assicurati che i tuoi articoli principali siano aggiornati e che funzionino come dovrebbero. Fa anche attenzione che il contenuto dei tuoi articoli e dei post sia aggiornato.

    Impressions: questi articoli potrebbero non indirizzare la maggior parte del traffico, ma hanno il potenziale per farlo. Questa è un’ottima sezione per cercare quegli articoli che possono catturare una quota maggiore di traffico se vengono messe in pratica delle strategie, in particolare di meta title e meta description, al fine di migliorare il CTR.

    Average Position: in questa sezione puoi ottenere le informazioni riguardanti la posizione media delle pagine in SERP, e puoi individuare quelle pagine che sono posizionate bene ma hanno un basso CTR al fine di migliorarne le performance, ottenendo più traffico organico. Inoltre, cerca le pagine che sono in posizione 4 o 5, perché salendo anche di una sola potrai aumentare sensibilmente il traffico organico.

    Le Più Importanti

    A questo punto ti sarai fatto un’idea generale di quali possono essere rilevanti e quali delle tue pagine web sta generando più traffico organico (o ha le potenzialità per farlo).

    Ora è arrivato il momento di mettere insieme tutte le informazioni e di dare un’occhiata a livello di pagina.

    Dovrai invece andare nella sezione Behaviour e poi seguire questo percorso

    Behaviour > Site Content > Landing Pages

    Quindi cerca le pagine che ti interessano, come quelle che hai identificato nella sezione precedente, oppure cerca semplicemente tra le pagine di tuo interesse.

    Quando selezioni una pagina, come potrai notare, avrai modo di utilizzare la sezione Secondary Dimension per aggiungere altre.

    In questo modo ti verranno mostrate le provenienti da tutte le fonti che stanno indirizzando il traffico verso la tua pagina.

    Potrebbe essere utile impostare un filtro avanzato per restringere il campo a determinate fonti o metodi (ad esempio, la sola ricerca organica).

    Una volta che riesci a visualizzare i dati come desideri, potrai utilizzare la funzione Shortcut, in modo da poter ritrovare quei dati più rapidamente e facilmente in futuro.

    Più informazioni combinerai e più sarà probabile che tu possa riuscire a trovare consigli utili e nuovi spunti.

    Google Analytics: Cura la User Experience

    GA offre ottimi spunti anche riguardo la user experience (UX).

    Controlla i dati di permanenza nelle pagine web, i tassi di rimbalzo e le conversioni delle varie pagine, per valutare se apportare dei miglioramenti o delle modifiche ai contenuti.

    Ricorda che il traffico organico è solo un mezzo per ottenere conversioni (di qualunque tipo siano, dal click su una pubblicità, a un contatto (lead) a un acquisto.

    Per tal motivo cura la user experience avendo cura di soddisfare il search intent, cioè l’intento di ricerca, dei visitatori.

    Contattami ora!

    Puoi contattarmi compilando il form qui sotto per avere informazioni sui miei servizi, oppure manda un messaggio WhatsApp al n. 348 09 06 338

    [contact-form-7 404 "Non trovato"]
    Filippo Jatta

    About Filippo Jatta

    Filippo Jatta è consulente SEO dal 2008. Dottore magistrale in Organizzazione e Sistemi Informativi presso l'Università Luigi Bocconi di Milano.